Dall’aeroporto di Valencia al centro e viceversa

L'aeroporto di Valencia (località Manises) si trova a circa 15 km dal centro storico della città e il suo codice di riferimento internazionale è VLC. É possibile raggiungere il centro della città utilizzando la rete metropolitana, le linee di autobus, taxi oppure affittando una macchina.
aeroporto di valencia

Uno dei mezzi di trasporto più utilizzati per arrivare a Valencia da fuori Spagna è sicuramente l’aereo, che atterra a poca distanza dalla città, infatti l’aeroporto di Valencia si trova a Manises, a poco più di 15 km dal centro della città.
Una volta atterrati non è difficile raggiungere il centro di Valencia, anzi è abbastanza intuitivo e abbiamo a disposizione diverse soluzioni in base al mezzo di trasporto che vogliamo utilizzare.

Con la metro dall’aeroporto di Valencia al centro

Una volta ritirato il bagaglio, se lo abbiamo messo in stiva, e usciti al terminal, nella hall dell’aeroporto, dobbiamo andare verso sinistra per trovare le scale o l’ascensore che ci permettono di arrivare al piano sotterraneo dove prenderemo la metro. È semplice, troverete anche le indicazioni apposite per raggiugere l’ingresso alla metro.

Una volta arrivati all’entrata della metro vedremo la biglietteria e qui, in base a quanti siamo, abbiamo la possibilità di risparmiare un po’ di euro. La maggior parte delle volte, le fermate di nostro interesse saranno “Angel Guimerà”, “Xativa”, “Colon” o “Alameda”, tutte limitrofe al centro della città. In base a dove abbiamo l’alloggio sceglieremo dove scendere. Tempo di percorrenza tra i 20 e i 25 minuti dipendendo da quale fermata scegliamo.

Consigli per risparmiare, difficile sbagliarsi

È impossibile sbagliarsi, dall’aeroporto partono due linee metro, la rossa numero 3 e la verde numero 5, entrambe percorrono lo stesso tragitto fino alla stazione “Alameda”. Quindi, la prima che passa la prendiamo.

Per conoscere la suddivisione delle zone della rete metropolitana consigliamo di leggere l’articolo intitolato “Metro Valencia – Linee metropolitane”. Di nostro interesse sapere che l’aeroporto si trova nella zona ABCD e che il singolo viaggio costa 3,90 € per arrivare nella zona A del centro di Valencia. Il supporto magnetico in cui viene caricato il tragitto verso il centro costa 1€ se di cartone, se di plastica 2 €.

Portamonete virtuale – Abbonamento TUIN

Esistono diversi tipi di abbonamento che possiamo valutare dipendendo anche dal numero di viaggiatori. Con la “tarjeta TUIN” abbiamo la possibilità di caricare una quantità non inferiore ai 10 euro, praticamente un “portamonete virtuale” da utilizzare ogni qualvolta si vuole utilizzare la metro. Così facendo il tragitto verso il centro ci viene a costare 2 € e la quantità viene scalata dall’importo che abbiamo caricato inizialmente. Se siamo in sei persone conviene caricare nella tessera 12 euro per poter far viaggiare tutti. Questo perché la tessera non è personale quindi possiamo attraversare la barriera metropolitana passandoci la tessera. Dobbiamo tener presente che l’acquisto iniziale della tessera è pari a 2€ e considerare che la stessa servirà per il viaggio di ritorno.

Altra possibilità per risparmiare è acquistare degli abbonamenti che comprendono 10 viaggi cadauno, in questo caso “bonometro ABCD”. Simile situazione economica, però con un investimento iniziale di 21,00 € (10 viaggi zona aeroporto). A nostro avviso conviene utilizzare la tessera TUIN perché con quest’ultima possiamo scalare la quantità di soldi caricata anche quando utilizzeremo questo mezzo in altre zone della rete metropolitana.

Comunque l’altro suggerimento è quello di contattarci e fornirci le informazioni utili per poter suggerirvi qual è il miglior servizio di trasporto o abbonamento per voi. Ci sono svariati momenti in cui, durante la vostra permanenza a Valencia, sarà possibile risparmiare un po’.

La linea autobus che collega l’aeroporto di Valencia al centro

Forse il mezzo di traporto più economico per compiere il tragitto aeroporto – centro città e viceversa, però con l’inconveniente di dover adattarsi ad orari prestabiliti.
Una volta atterrati, ritirato il bagaglio e arrivati al terminal, dobbiamo uscire all’esterno, attraversare le due corsie adibite alla circolazione delle auto e taxi ed entrare nella zona adibita agli autobus che precede l’edificio destinato al parcheggio mezzi. Praticamente quasi sotto la passarella che unisce il primo piano del terminal con il primo piano del parcheggio.

La linea autobus di nostro interesse è il numero 150 e appartiene al servizio extra urbano che viene gestito da imprese esterne come Fernanbus e Autobus Herca. Leggi l’articolo dedicato al servizio trasporto extraurbano “MetroBus” che differisce dal trasporto pubblico condotto da EMT.

Costi e orari dell’autobus della linea 150

Il costo del singolo titolo di viaggio è pari a 1,45 € e si può acquistare direttamente nell’autobus. La fermata più centrale di nostro interesse si trova nelle vicinanze del Mercato centrale di Valencia, in Avenida del Oeste, 26 (Ex Avenida Barón de Carcer). In questo collegamento posiamo trovare maggiori informazioni riguardo questo percorso.

Durante la settimana la frequenza è di circa 25 minuti, dalle 5.25 fino alle 22.00. Il sabato la frequenza è di circa 30 minuti fino alle 15 e di 45 minuti dalle 15 alle 22. La domenica il servizio è sospeso

Rimane valido il suggerimento di contattarci per ottimizzare costi e tempistiche della vostra permanenza a Valencia.

Il servizio taxi per raggiungere comodamente l’alloggio

Spostarsi in taxi dall’aeroporto di Valencia al centro città, o meglio, davanti alla porta del proprio alloggio, è il sistema più costoso pero il più comodo. La fermata dei taxi si trova appena fuori il terminal. Impossibile non vedere la fila dei taxi che aspettano i viaggiatori. All’incirca il viaggio sarà di 15 minuti, logicamente dipende dal traffico stradale ed il costo tra i 20/25 euro dipendendo dove dovete arrivare (può costare leggermente meno, ma cercate di non spendere di più). Vi accorgerete che il costo del tragitto contrario vi costerà meno.

Un gran consiglio dall’aeroporto di Valencia

Esiste la possibilità di farvi venire a prendere direttamente dentro il terminal con il classico cartello che riporta il vostro nome, per la stessa cifra. Chiamate anticipatamente il numero +34 679 473 629, scrivete un messaggio whatsapp con il vostro nome, numero di persone, numero del volo e orario di arrivo, fatevi confermare il prezzo del servizio ed il gioco è fatto.

Se volete leggere l’articolo che abbiamo dedicato alla gran famiglia che gestisce questo servizio, seguite il collegamento. Leggendo conoscerete le caratteristiche di ciò che offrono, perché possiedono taxi a 8 posti con i quali si ottimizzano tempi, costi e lo sbattimento delle valige. Gli stessi taxi possono essere utili per dare servizio a persone con handicap e sedia a rotelle. Su richiesta anche i seggiolini per i bambini. Mettetevi in contatto con loro e scrivete nel messaggio “amici di Guida Valencia”. Otterrete un occhio di riguardo nel servizio.

Muoversi con un mezzo affittato tramite un “rent a car”

Altro metodo per portarci verso il centro, o nella zona del proprio alloggio, è affittare un’auto tramite le diverse compagnie “rent a car” che troviamo a disposizione non appena arriviamo al terminal dell’aeroporto di Valencia. Il consiglio è quello di prenotare l’auto con anticipo, una volta che si è acquistato il volo aereo, cosi da dover solo compilare gl’ultimi documenti necessari per farsi consegnare le chiavi e logicamente l’auto dalla compagnia scelta.

Una informazione che vi conviene cercare prima di arrivare è, in base alla zona del vostro alloggio, la possibilità di parcheggiare. Se non avete posto macchina riservato informatevi se vicino vicinanze avete dei parcheggi a pagamento perché non in tutti i quartieri di Valencia è facile parcheggiare. Meglio conoscere già un “piano B” prima di arrivare.

Scriveteci, vi aiutiamo volentieri nelle vostre scelte per vivere al meglio la vostra esperienza a Valencia e dintorni.

San Vicente Ferrer - Patrono di Valencia
Feste valenciane

San Vicente Ferrer – Patrono di Valencia

La città di Valencia celebra la festa di San Vicente Ferrer, patrono della città, il secondo lunedì dopo la domenica di Pasqua. Caratteristica peculiare di questa festa sono i differenti altari che vengono montati nei diversi quartieri della città in onore del Santo.

Chi porta i doni a Valencia? I Re Magi
Curiosità di Valencia - Lo sapevate che?

Chi porta i doni? I Re Magi o Babbo Natale

In Spagna la tradizione dello scambio dei regali nel periodo natalizio avviene tra la notte del 5 gennaio e il 6, giorno dei Re Magi, “de los Reyes Magos”. La tradizione vuole che nelle città vengano organizzate diverse sfilate dove vengono lanciate tonnellate di dolciumi e moltissimi giochi.

Maximiliano Thous Orts
Personaggi storici

Maximiliano Thous Orts – Poeta e Giornalista

Un personaggio importante per la città di Valencia, sempre molto attivo in tutti i diversi campi a cui ha partecipato, dalla politica al giornalismo, dalla poesia alla direzione di diversi film.

Denominazioni d’Origine spagnole
Guida Italiana Valencia

Denominazioni d’origine spagnole, certificazioni alimentari

Le certificazioni alimentari e gastronomiche sono gestite dai Consigli Regolatori, che sono enti di diritto pubblico il cui scopo è quello di rappresentare, difendere, garantire e promuovere i prodotti. Scopriamo le denominazioni d’origine che garantiscono la qualità del prodotto valenciano.

Tribunal de las Aguas de Valencia
Curiosità di Valencia - Lo sapevate che?

Tribunal de las Aguas de Valencia

Questo Tribunale ha origini medioevali ed è una testimonianza unica di una tradizione culturale e storica ancora viva. Nel settembre del 2009 è stato designato come “Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità”. Tuttavia la sua funzione giurisdizionale è pienamente vigente, espressamente riconosciuta dalla legislazione spagnola.

Basilica di Valencia
Monumenti e luoghi di interesse

Basilica di Valencia

La Basilica nacque come conseguenza all’epidemia di peste avuta a Valencia nel 1647. Cominciarono le opere di costruzione, nel 1652, per “dare riparo” alla Vergine alla quale i valenciani rivolgevano le proprie preghiere. Nel 1667 si poté trasferire l’immagine dalla Cattedrale alla Basilica di Valencia.