Las Fallas – Non sai che cos’è?

Una festa, Las Fallas di Valencia, che richiama migliaia di persone durante il suo gran finale, dal 15 al 19 marzo, ma che dura un intero anno per i valenciani. Arte effimera, abbigliamento tradizionale, pirotecnica, bande musicali, letteratura e molto più, si danno appuntamento a Valencia durante la celebrazione di questa festa.
Las Fallas di Valencia

Las Fallas – Una tradizione culturale festiva

Molte volte si visita Valencia senza conoscere uno dei suoi aspetti culturali, storici ed economici più importanti. Stiamo parlando della festa valenciana per eccellenza denominata “Las Fallas”. È una festa che si celebra a Valencia e in altre località della Comunità Valenciana, dal 15 al 19 marzo, periodo di tempo chiamato “settimana fallera”.

Ovvio, che per vivere questa gran tradizione valenciana è necessario essere presenti nel mese di marzo a Valencia, ma per conoscerla e comprenderla è possibile farlo anche in altri periodi dell’anno grazie a due musei dedicati, il museo fallero e il museo dell’artista fallero, e alle molte associazioni culturali della festa che, alle volte, aprono le loro porte per farsi conoscere. Se vieni a Valencia e vuoi avere la possibilità di conoscere in prima persona la festa, non esitare a contattaci, saremo molto lieti di aiutarti.

Come nasce la festa “las Fallas”?

L’origine della festa non è chiara e definita, ma è possibile intendere che si tratta della consuetudine dei falegnami di bruciare i rimasugli del lavoro invernale in occasione del loro santo, 19 marzo San Giuseppe, in coincidenza con il cambio stagione inverno/primavera. Lasciamo questa lettura per meglio approfondire le origini della festa.

Questa consuetudine, assieme all’evoluzione dei materiali utilizzati, hanno portato i classici falò a diventare veri e propri monumenti artistici, conosciuti con il nome di “fallas”, anch’essi bruciati, come vuole la tradizione, il giorno 19 marzo.

Arte effimera carica di satira, critica ed ironia

Un monumento artistico è formato da un corpo centrale che domina rispetto le diverse scene create attorno a questo. Scene, composte da diversi “ninot”, chiamiamoli “pupazzi”, carichi di satira, ironia e critica nel descrivere aspetti politici e sociali della vita quotidiana o di alcuni eventi rilevanti avvenuti durante l’anno. Una sorta di carro carnevalesco però fisso e non in movimento, all’interno del quale è possibile trovare una spiegazione di ciò che è stato rappresentato, in versi valenciani.

Si parla di arte effimera per il suo carattere transitorio, un anno di lavoro eseguito da parte degli artisti falleros, esposto al pubblico per 5 giorni per poi essere inebriato dalle fiamme del 19 marzo.

Interessante anche capire il perché della denominazione “Falla” e quali sono le diverse sfumature che dobbiamo per forza conoscere per comprendere la festa.

Chi rende possibile la festa Las Fallas di Valencia?

La festa è fatta dai faller@s, da persone iscritte a diverse associazioni culturali chiamate “fallas”, che hanno il compito, durante l’anno, di raccogliere i soldi per realizzare la propria “falla”, il proprio monumento artistico. Il comune di Valencia assieme alla Giunta Centrale coordinano e controllano questa grande moltitudine di persone. Suddividono le associazioni in settori territoriali e dettano le regole principali dello svolgimento della festa. Regole mai imposte dalla Giunta Centrale, ma sempre accettate dai faller@s grazie alla rappresentanza dei loro presidenti.

In base al preventivo di spesa per la realizzazione del monumento artistico le associazioni vengono divise in sezioni, delle quali la più rilevante è la “Sección Special” per le alte somme che vengono investite sul lavoro dell’artista fallero. Per meglio comprendere la festa consigliamo di leggere l’articolo riguardo la “Terminologia della festa” e l’articolo “La commissione fallera – Sue funzioni e organizzazione”, che ci permette di comprendere un po’ di più lo svolgimento della festa nel piano organizzativo.

Attualmente esistono poco meno di 400 associazioni culturali che organizzano le loro attività durante l’anno e seguono il lavoro dell’artista fallero contrattato, sia per il monumento grande che per quello piccolo, infatti i monumenti realizzati per ogni associazione sono due.

Moltissimi eventi caratterizzano il mese di marzo a Valencia

Il mese di marzo ospita diversi atti rilevanti della festa e questi sono in linea di massima gl’atti più importanti e generali:

  • Dal giorno 1 al giorno 19 alle ore 14, presso plaza Ayuntamiento, spettacolo pirotecnico conosciuto con il nome di “mascletà”. Conosci questa tipologia di spettacolo.
  • Dal giorno 16 al giorno 18, sempre parlando di pirotecnica abbiamo spettacoli di colori notturni presso i giardini del Turia.
  • Il giorno 15 marzo è il giorno della “plantà” in cui i monumenti devono essere terminati.
  • Il giorno 17 e 18 marzo sono caratterizzati dall’omaggio floreale alla Vergine, durante il quale tutto il mondo fallero passa per Plaza de la Virgen. È spettacolare vedere questa sfilata/processione carica di colori e musica, carica di sentimento ed emozione.

Pirotecnica, arte effimera e la letteratura valenciana, assieme ai favolosi vestiti tradizionali della festa e alle bande musicali sono gli elementi che hanno contribuito ad ottenere da parte dell’Unesco la dicitura di Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.
Per le strade sempre troveremo gran colore, divertimento, botti e musica. Se siete curiosi di conoscere due delle canzoni che più vengono cantate e suonate durante il periodo della festa, vi consigliamo di seguire questi due collegamenti che vi porteranno al relativo articolo dedicato, nel quale avrete la possibilità di ascoltare i brani e capirne le parole: “Pasodoble El Fallero” – “Valencia en Fallas“.

Una festa che dura un intero anno

Ricordiamo che la festa per i valenciani iscritti nelle relative associazioni non dura solo 5 giorni, quello che da esterni viviamo è solo il gran finale, per loro l’intero anno gira attorno alla festa. Festa che diventa per molti valenciani momento di aggregazione, di ritrovo all’interno della sede dell’associazione, momento di gioco e di diversione. Gruppi numerosi di persone che condividono momenti che possono definirsi famigliari. Infatti la falla per molti è una seconda famiglia.

Se non avete la possibilità di venire a Valencia a marzo e volete ugualmente conoscere e comprendere questa gran tradizione, non esitate a contattarci, sarà per noi un piacere darvi informazioni utili per comprendere questa gran tradizione che si è trasformata in un motore economico della città.

Uno dei lavori per cui andiamo fieri è il fumetto “Piero Viajero”, nato proprio con lo scopo di far conoscere questo gran aspetto culturale festivo della città di Valencia. Leggete questo articolo e mettetevi in contatto con noi per ottenere il vostro esemplare e poter fornirci una vostra opinione in merito. ê possibile trovare informazioni utili riguardo il fumetto “Piero Viajero” anche nel sito web dedicato.

Condividi con i tuoi amici:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Trasporto pubblico - Tarjeta Mobilis
Muoversi a Valencia

Abbonamento trasporto pubblico: Tessera Móbilis

La tessera è un supporto magnetico nel quale è possibile caricare vari titoli di viaggio e abbonamenti che ci permettono di accedere al servizio del trasporto pubblico di Valencia. Principalmente per autobus, metro e bicicletta.

Festa della Costituzione Spagnola
Feste nazionali

Festa della Costituzione – 6 dicembre

Lo Stato spagnolo commemora l’approvazione del popolo spagnolo, tramite referendum del 6 dicembre 1978, della Costituzione spagnola vigente tutt’ora. É la conseguenza di un processo storico denominato Transición Española, che convertì il regime franchista in una Monarchia parlamentare.

Canto del Estoreta - Las Fallas Valencia
Eventi Las Fallas

Canto del Estoreta

Il Canto del Estoreta è uno degli eventi che ricordano il passato di questa gran tradizione secolare, in cui i fanciulli con una canzoncina dedicata allo “Zio Giuseppe” raccoglievano abiti e cianfrusaglie vecchie per costruire la propria falla.

Palazzo del Comune - Ayuntamiento Valencia
Monumenti e luoghi di interesse

Palazzo del Comune

Fu costruita a metà del XIX secolo e fu aperta al pubblico nel giugno del 1859. Ha stile neoclassico e si presenta allo spettatore come un cilindro con mattone a vista, con quattro ordini di arcate. Fu dichiarato Monumento Storico Artistico Nazionale nel 1983.

Good Ride Bike - Rent a bike
Noleggio bici

Good Ride Bike – Rent a bike a Valencia

Il più importante servizio offerto da Good Ride Bike è sicuramente il noleggio biciclette, ma non manca il deposito dei bagagli e la fornitura di tutti gli accessori necessari per la propria escursione a due ruote