Patatas Bravas – La più richesta tra le tapas spagnole

Questo piatto tradizionale lo possiamo trovare in tutte le comunità autonome di Spagna e normalmente vengono servite come "tapas" o come contorno di qualche secondo piatto. Per i costi dei suoi ingredienti è considerata la "tapa" più economica.
Patatas Bravas

Le “patatas bravas” sono sicuramente uno dei piatti della gastronomia spagnola più conosciuti. Forse la “tapa” più richiesta a livello nazionale. Logicamente in questo influisce il suo basso costo ed il conseguente prezzo economico per il cliente finale. Si tratta di un piatto di patate accompagnate da una salsa piccante che dà il nome al piatto, infatti “bravo” significa coraggioso. Bisogna essere valenti per mangiare la salsa piccante.

Fortunatamente non ci troviamo in Messico, ma in Spagna, dove il livello di piccante sopportato dalla maggior parte della gente non per niente eccessivo.

Patatas con Salsa Brava

Come si prepara un buon piatto di “patatas bravas”?

Per quanto sembri semplice l’elaborazione di questo il piatto, in ogni locale che vai ti viene presentata una versione differente.
Per la cottura delle patate, c’è chi le frigge dopo averle tagliate in un’unica cottura, c’è chi le frigge prima a 130 gradi e poi, una volta fredde, le rimette in olio a 180 gradi e c’è chi prima scotta le patate in acqua bollente e poi, una volta fredde, le frigge. Noi appoggiamo quest’ultima teoria, non per simpatia, ma perché ci piace di più il risultato finale: patate morbide al loro interno e croccanti e dorate per fuori.

Il problema arriva quando si parla della preparazione della salsa che le accompagna.
Chi cucina il pomodoro naturale in un soffritto di cipolla, aggiungendoci della paprika e peperoncino piccante. Chi le serve direttamente con del ketchup e tabasco. E chi, amante della cucina e della soddisfazione del cliente finale cerca di elaborare la ricetta che sembra essere quella originale, quella che c’insegna che la salsa non è a base di pomodoro.

La curiosità della salsa “brava”

A quanto pare, la ricetta autentica della “salsa brava”, alla detta di persone anziane e con esperienza culinaria, il pomodoro non è presente come ingrediente. Infatti, la salsa si preparata con un soffritto di cipolla, brodo di carne, paprika, peperoncino piccante e un po’ di farina.

Per meglio capire la preparazione di questo piatto proponiamo un video dove ci viene spiegato per bene la preparazione della salsa brava autentica.

Nella Comunità Valenciana è tipico accompagnare le patate, oltre che con la “salsa brava”, con la salsa conosciuta con il nome di “Ali i Oli”, che significa letteralmente “aglio e olio” e praticamente è una emulsione d’aglio e olio. Se avete problemi con il piccante o con l’aglio vi consigliamo, nel momento di ordinare le “patatas bravas”, di chiedere al cameriere di servirle con le “salse a parte”, perché l’abitudine più frequente è quella di coprire le patate con entrambe le salse.

Patatas Bravas

Questo piatto tradizionale lo possiamo trovare in tutte le comunità di Spagna e normalmente viene servito come “tapa” o come contorno di qualche secondo piatto. Se non sai che cosa sono le “tapas” ti consigliamo di leggere questo articolo che ha l’obiettivo di raccontare che cosa sono e com’è nato il concetto delle tapas.
Le origini non sono chiare perché vengono attribuite a due bar di Madrid, infatti la gente ricorda, attorno all’anno 1960, la coda di persone che i due locali possedevano per provare le mitiche “patatas bravas”.

Centro archeologico Almuina
Musei ed esposizioni

Centro archeologico Almoina

Il museo è il risultato di scavi effettuati tra il 1985 e il 2005 nell’area dell’attuale Plaza de la Almoina. Grazie a questi scavi sono stati recuperati resti archeologici della città dalle sue origini come città urbana romana, passando per il periodo musulmano, visigoto e medioevale.

Plaza de la Virgen - Guida Valencia
Piazze di Valencia

Plaza de la Virgen

É uno dei luoghi più conosciuti e visitati di Valencia, si trova in pieno centro storico e nelle vicinanze troviamo la facciata principale della Basilica e la “Porta degli Apostoli” della Cattedrale, la “casa del Vestuario”, oltre che a vari locali commerciali, bar e ristorantini.

Turia - Gran Riada de Valencia
Curiosità di Valencia - Lo sapevate che?

L’inondazione di Valencia, 14 ottobre 1957. Un dramma che ha dato inizio ad una gran trasformazione

Passeggiare, rilassarsi o praticare qualsiasi attività sportiva o artistica dentro i giardini del Turia, sono diventate attività all’ordine del giorno nella città di Valencia, sia per chi in città ci vive sia per chi viene a visitarla, a conoscerla. Il progetto paesaggistico di questi giardini nasce da un dramma accaduto il 14 ottobre 1957, conosciuto come la “gran riada de Valencia”.

Umbracle - Terrazza espositiva
Città delle Arti e delle Scienze

Umbracle – Terrazza espositiva

Questo elemento architettonico della città delle Arti e delle Scienze di Valencia è nello stesso tempo parcheggio coperto, galleria d’arte all’aperto, giardino botanico e punto di vista panoramico dell’intero complesso architettonico. Inizio dei lavori nel 1997 e inaugurazione nel 2000.

Plaza Redonda - Guida Valencia
Piazze di Valencia

Plaza Redonda

La piazza a pianta circolare fu il centro geometrico della città quando fu costruita nel 1837 in uno spazio urbano dedicato al piccolo commercio e alla vendita di carne e pesce. Nel 1950 fu collocata la fontana che oggigiorno possiamo trovare nel centro.

Trasferirsi a Valencia
Vivere a Valencia

Trasferirsi a Valencia, suggerimenti utili

Cambiare vita e decidere di mettersi in gioco non è facile per tutti, tra tanti dubbi e difficoltà da superare cerchiamo di aiutarvi nel trovare spunti positivi e capaci di facilitarvi alcune pratiche, non solo burocratiche.