La Mocadorà – Una tradizione valenciana

La “Mocadorà” o Mocadorada è una tradizione popolare della città di Valencia. Si celebra nel giorno della Comunità Valenciana, cioè il 9 di Ottobre, giornata in cui si festeggia anche il patrono degli innamorati valenciani, San Dionisio.
La Mocadorà - Una tradizione valenciana

La mocadorà: nel giorno di San Dionisio, 9 ottobre, festeggiano gli innamorati valenciani

La tradizione consiste che gli uomini regalino alla propria fidanzata/moglie, ma anche alla madre, un fazzoletto (pañuelo nella lingua spagnola, mocador in valenciano) nel quale sono avvolti dolci fatti di marzapane di distinte forme e colori, che rappresentano la frutta e la verdura della campagna valenciana, in segno d’amore e di affetto. Nel tempo il nome valenciano riferito al fazzoletto, cioè “mocador”, attribuì il nome a questa tradizione.

Cenni storici
La commemorazione della cacciata dell’impero arabo, dei musulmani, e relativa entrata a Valencia dell’impero cristiano aragonese con a capo Re Giacomo I, “Il Conquistatore”, rappresentano le origini di questa tradizione. Si consiglia la lettura dell’articolo intitolato “9 ottobre – giorno della Comunita Valenciana“.
Un secolo dopo l’importante data valenciana, 9 ottobre 1238, si cominciò a festeggiare l’evento, che divenne poi appuntamento annuale. La vigilia della festa e durante tutto il giorno di San Dionisio venivano lanciati migliaia di “cohetes”, particolari petardi chiamati in valenciano “tronador” e “piuleta”.

Mocadorà - Tronador e Piuleta

La mocadorà ai giorni nostri: una tradizione che nasce da una proibizione

La tradizione della “mocadorada”, che ha raggiunto i nostri giorni, risale al secolo XVIII, quando Filippo V proibì la celebrazione dell’entrata di Jaime I nella città di Valencia. Per aggirare la proibizione, i pasticceri cominciarono a produrre dolci di marzapane, alcuni raffiguravano i petardi utilizzati durante i festeggiamenti divenuti proibiti (per la loro forma fallica e rotonda ricordavano gli organi sessuali maschili e femminili) e alcuni rappresentavano la frutta e la verdura della campagna valenciana, ricordando il gesto dei “mori” conquistati, che regalavano alla Regina (sposa di Jaime I) frutti e ortaggi della terra avvolti in rustici fazzoletti.

Mocadorà - 9 ottobreMocadorà - Marzapan

“Mocador”: il fazzoletto in seta conservato dalla persona amata

Molti valenciani considerano il 9 Ottobre come il giorno degli innamorati (il loro San Valentino). È anche tradizione che le donne conservino tutti i fazzoletti (pañuelo in spagnolo, mocador in valenciano) che gli sono stati regalati anno dopo anno da quando ha cominciato ad “uscire” con il proprio uomo (i fazzoletti vengono considerati come prova d’amore e come tali conservati).
Per rendersi conto di quanto detto sopra, è sufficiente osservare le vetrine delle pasticcerie valenciane nei giorni vicini alla festa.

Video dimostrativo della “Mocadora” nella giornata di San Dionisio a Valencia:

Condividi con i tuoi amici:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Nit de Foc
Eventi Las Fallas

Nit de Foc – La notte di fuoco

Grande spettacolo pirotecnico che da inizio all’ultimo giorno della festa Las Fallas. La notte del 18, presso i giardini del Turia, lo spettacolo richiama migliaia di persone.

Alardo - Festa 9 ottobre
Curiosità di Valencia - Lo sapevate che?

Aspettando il 9 di ottobre: “Embaixades De La Conquesta” e “Alardo De Arcabuceria”

In attesa della festa della Comunità Valenciana del 9 ottobre, che ricorda l’entrata storica di Re Jaime I nella città di Valencia con la conseguente sconfitta dell’impero arabo nel 1238, la Federazione Valenciana dei Mori e Cristiani organizza due spettacolari eventi: “Embaixades De La Conquesta” e “Alardo De Arcabuceria”.

Oceanografico - Acquario di Valencia
Città delle Arti e delle Scienze

Oceanografico – Acquario di Valencia

Lo zoo marino più grande d’Europa in base ai metri cubi d’acqua, ospita esemplari provenienti da tutti i punti del pianeta. La visita permette un’immersione alle profondità marine per conoscere da vicino gli abitanti delle acque. Inizio dei lavori nel 1998 e inaugurazione nel 2003.

Trasporto pubblico - Tarjeta Mobilis
Muoversi a Valencia

Abbonamento trasporto pubblico: Tessera Móbilis

La tessera è un supporto magnetico nel quale è possibile caricare vari titoli di viaggio e abbonamenti che ci permettono di accedere al servizio del trasporto pubblico di Valencia. Principalmente per autobus, metro e bicicletta.

IVAM – Istituto Valenciano di Arte Moderna

L’istituto valenciano, che possiede come fine la ricerca e la diffusione dell’arte moderna, è stato inaugurato nel 1989 ed è suddiviso in otto gallerie destinate alle collezioni del museo e alle esposizioni temporali. Al suo interno vengono organizzate diverse attività didattiche.