L’inondazione di Valencia, 14 ottobre 1957. Un dramma che ha dato inizio ad una gran trasformazione

Passeggiare, rilassarsi o praticare qualsiasi attività sportiva o artistica dentro i giardini del Turia, sono diventate attività all’ordine del giorno nella città di Valencia, sia per chi in città ci vive sia per chi viene a visitarla, a conoscerla. Il progetto paesaggistico di questi giardini nasce da un dramma accaduto il 14 ottobre 1957, conosciuto come la “gran riada de Valencia”.
Turia - Gran Riada de Valencia

Da un dramma nascono i giardini urbani più grandi di Spagna: Valencia la città del Turia

Una data, quella del 14 ottobre, che risveglia i ricordi di moltissimi valenciani. Purtroppo l’evento che viene ricordato è l’inondazione del fiume Turia del 1957 dove persero la vita diverse persone e furono creati ingenti danni alla città.

Valencia fu fondata dai romani nel 138 a.C. nelle vicinanze della riva del Turia, fiume che, da sempre, ha aiutato a crescere ed a mantenersi viva l’intera città. Nei secoli, le zone limitrofi al letto del fiume Turia, hanno subito diverse inondazioni, ma è con la “gran riada”, cosi viene definito l’allagamento del 1957, che nasce il progetto “plan sur” che come principale attuazione prevedeva la deviazione del fiume fuori della città, oltre che a diversi interventi al sistema idrologico del territorio valenciano.

Inondazione - Gran riada 1957Mestalla - riada 1957

Livello acqua riada ValenciaAntico fiume trasformato in giardini

Un progetto che è cambiato nel tempo grazie alla volontà popolare

Turia - Progetto autostradaQuello che oggi è uno degli orgogli della città di Valencia, nel passato stava per convertirsi in un disegno autostradale che avrebbe reso Valencia una città all’insegna della contaminazione.

Il “Ministero dei Lavori Pubblici” spagnolo propose e pianificò trasformare il vecchio letto del fiume Turia in una grandissima autostrada, che sarebbe stata la prolungazione dell’autostrada Madrid-Valencia arrivando fino al mare. Nei due anni successivi alla presentazione del progetto crebbe una grandissima campagna di protesta da parte dei cittadini, arrivando a bloccare quanto pianificato dallo Stato.

“Non vogliamo grigio, vogliamo verde” era quanto urlato a gran forza dai valenciani.

Per capire meglio quello che è successo, guardiamo il video sotto riportato. Nel video abbiamo riprese dell’antico letto del fiume, l’intervista al Sindaco di Valencia del tempo che descrive e appoggia il progetto autostradale. Il montaggio purtroppo è in valenciano, ma si riesce ad intuire quello che viene detto.

Di fronte alle proteste popolari la prima idea, cioè costruire un’autostrada, fu bocciata. Il progetto cambiò direzione e si decise di trasformare il letto del fiume in dei giardini che ora conosciamo con il nome “Giardini del Turia”. Tutt’ora, quest’ultimo è una grande attrazione non solo per i turisti, ma anche per gli abitanti della città. È possibile “viverlo” utilizzando le strutture sportive all’interno costruite (calcio, rugby, tennis, softball e addirittura baseball e piscine), passeggiando e correndo in mezzo a palme, pini e svariati alberi che rendono il vecchio letto del fiume una grande oasi verde nel centro della città, un ottimo polmone verde per Valencia e per limitare l’inquinamento acustico della città.

Giardini verdi di Valencia Passeggiata nei giardini del Turia Parco Turia di Valencia

Rimandiamo all’articolo intitolato “Giardini del Turia” per conoscere le molte attività che al suo interno vengono svolte.

Parco Gulliver Valencia
Giardini e parchi

Parco Gulliver

In un momento della storia, nel racconto “I viaggi di Gulliver” di Swift, Gulliver è immobilizzato al suolo da parte degli abitanti di Lilliput. Questa scena è possibile vederla con i propri occhi in questo parco. Ideale per i bimbi, ma non è escluso il divertimento per i più grandicelli.

Tribunal de las Aguas de Valencia
Curiosità di Valencia - Lo sapevate che?

Tribunal de las Aguas de Valencia

Questo Tribunale ha origini medioevali ed è una testimonianza unica di una tradizione culturale e storica ancora viva. Nel settembre del 2009 è stato designato come “Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità”. Tuttavia la sua funzione giurisdizionale è pienamente vigente, espressamente riconosciuta dalla legislazione spagnola.

metro valencia
Muoversi a Valencia

Metro Valencia – Linee metropolitane

Sono quattro le zone in cui è suddiviso il servizio metro della città di Valencia. La più estesa ABCD che permette il tragitto aeroporto-centro città e viceversa. E la più centrale, zona A, che permette di raggiungere tutti i luoghi di interesse principali della città di Valencia.

Trasporto extraurbano Valencia
Muoversi a Valencia

Servizio trasporto extraurbano: MetroBus

“Autocares Herca” è l’azienda che gestisce principalmente i tratti che collegano Valencia con le spiagge che si trovano a sud della città e il parco naturale denominato l’Albufera.

Parco centrale - Guida Valencia
Giardini e parchi

Parco centrale di Valencia – Parque Central

Un gran progetto paesaggistico che suppone un gran studio urbanistico e architettonico. La città di Valencia vuole sotterrare i binari dei treni per poter terminare il “parque Central”, che oltre ad essere un altro gran polmone verde, sarà utile per la comunicazione dei quartieri limitrofi con il centro città.