Parco Gulliver

In un momento della storia, nel racconto “I viaggi di Gulliver” di Swift, Gulliver è immobilizzato al suolo da parte degli abitanti di Lilliput. Questa scena è possibile vederla con i propri occhi in questo parco. Ideale per i bimbi, ma non è escluso il divertimento per i più grandicelli.
Parco Gulliver Valencia

Il Parco Gulliver di Valencia è uno dei parchi più emblematici della città. Un’area verde che è diventata, nel tempo, un’icona non solo per la città, anche per grandi e piccini che visitano Valencia.

L’attrazione principale di questa zona per bambini è la scultura monumentale di Gulliver, il personaggio creato da Jonathan Switf. I vestiti, le pieghe e i capelli del personaggio diventano rampe e scivoli, trasformando i bambini in autentici lillipuziani. Ricordiamo che il racconto di Swift narra la storia di Gulliver, naufrago nel regno conosciuto come Lilliput, mondo in miniatura di cui gli abitanti sono alti una piccola parte di una persona di media altezza, vivrà grandi avventure.

Parco Gulliver Valencia
Fonte foto: sento.es

Il parco Gulliver, il parco del gigante per i piccini

Il parco Gulliver è nella pratica una gran ricostruzione di quando Gulliver, dopo aver naufragato, arriva sulla costa di Lilliput. Nel momento in cui Gulliver è esausto e dorme sdraiato sulla sabbia, i lillipuziani ne approfittano per legarlo a terra perché hanno paura di questo enorme gigante.

Ci troviamo all’interno dei giardini del Turia e a poche centinaia di metri dalla Città delle Arti e delle Scienze, il famoso complesso architettonico dell’architetto Calatrava. L’imponente figura è piena di scale e rampe dove i bambini possono giocare per ore e circondata da delle zone verdi, ombreggiate e con panchine, grazie alle quali i genitori possono osservare le evoluzioni dei propri bimbi e tenere sotto controllo la situazione.

Il Parco Gulliver dispone di scivoli di ogni tipo di lunghezza e altezza. I più lunghi hanno anche uno speciale rivestimento antiscivolo, che riduce la velocità per renderli più sicuri. Noi siamo sicuri che, per un maggior controllo, ma anche perché entra la voglia di liberare il bimbo interno che tutti possediamo, la gran parte dei genitori scivolerà con i propri bimbi.

Realizzazione commissionata dal Comune di Valencia, e realizzata dall’architetto Rafael Rivera, dall’artista fallero Manolo Martín e dall’illustratore valenciano Sento Llobel.

Parco Gulliver Valencia
Fonte foto: sento.es

Curiosità e accortezze riguardo il parco

Visto dall’alto il parco giochi è un gran cerchio in cui nel centro è stato realizzato il gigante Gulliver e occupa un’area di 61mila metri quadrati assieme alla zona verde che lo circonda.

L’entrata al parco è gratuita, possiede servizi igienici, servizio di assistenza infermieristica in caso di incidenti durante il gioco sugli scivoli e servizio di vigilanza durante la maggior parte delle giornate. Normalmente è aperto dalle 10 del mattino fino a tardo pomeriggio in maniera continuata, ad eccezione dei mesi estivi che permane chiuso in orario dalle 13.30 alle 17.30 per il troppo calore.

Nei mesi estivi o nelle giornate molto calde, gli scivoli possono letteralmente bruciare per l’esposizione al sole, cosa di cui bisogna essere consapevoli prima che i bambini comincino a giocare. Si consiglia di indossare pantaloni lunghi per evitare di irritare le gambe, oppure utilizzare un telo mare o similare.

Sotto un video girato presso il “Parco di Gulliver”

Umbracle - Terrazza espositiva
Città delle Arti e delle Scienze

Umbracle – Terrazza espositiva

Questo elemento architettonico della città delle Arti e delle Scienze di Valencia è nello stesso tempo parcheggio coperto, galleria d’arte all’aperto, giardino botanico e punto di vista panoramico dell’intero complesso architettonico. Inizio dei lavori nel 1997 e inaugurazione nel 2000.

Hemisferic - Sala per proiezioni
Città delle Arti e delle Scienze

Hemisferic – Sala per proiezioni

Elemento architettonico che rappresenta un gigantesco occhio che si ricompone con lo specchiarsi nell’acqua, “l’occhio della scienza”, ha funzione di entrata alla cupola della sala cinematografica che possiede uno schermo concavo di 900 m². Inizio dei lavori nel 1995 e inaugurazione nel 1998.

Mascletà - Pirotecnia Valencia
Eventi Las Fallas

Mascletà – Pirotecnia valenciana

La Mascletà è senza dubbio uno degli atti della festa Las Fallas più attesi e seguiti consiste in una successione di esplosioni controllate di fuochi d’artificio con il fine di creare un ritmo che va aumentando con il trascorrere del tempo.

Noleggio bici a Valencia
Consigli pratici

Noleggio bici a Valencia: mappa delle piste ciclabili

I molti km di pista ciclabile che la città offre e la caratteristica di essere completamente plana, fanno sì che visitare Valencia in bicicletta sia divertente e salutare nello stesso tempo. Informazioni utili per come muoversi a Valencia.

Fontana di Nettuno - Fontane di Valencia
Fontane di Valencia

Fontana di Nettuno

La fontana che rappresenta Nettuno si trova nella Plaza Alfonso el Magnanimo all’interno dei giardini “El Parterre”. Quest’opera scultorea di Antonio Ponzanelli, nel 1818 fu portata nei giardini della Glorieta dai giardini di Pontons e installata nel 1860 nella sua posizione attuale.

Fontana plaza Virgen
Fontane di Valencia

La fontana del fiume Turia

Una delle fontane più conosciute di Valencia è sicuramente la “Fuente del Túria”, la “Fuente del Tribunal de las Aguas”, sia per il significato simbolico che possiede sia per essere situata in una delle piazze di maggior affluenza come la “Plaza de la Virgen”.