Giardino botanico

Fondato nel 1567 come orto di piante medicinali dell’Università di Valencia. Agli inizi del 1800 si creò il nuovo giardino nell’attuale ubicazione e adattato alle nuove conoscenze scientifiche. La ricerca e la conservazione delle specie rare sono tra le funzioni che possiede ora.
Giardino botanico - Giardini e parchi

Il giardino Botanico dell’Università di Valencia è stato fondato nel 1567 e per questo motivo è considerato il più vecchio d’Europa. Per 200 anni è stato un giardino di piante medicinali, legato agli studi di Medicina e non della Botanica. Fino al XIX secolo ha occupato varie zone all’interno della città di Valencia. Fu nel 1802 quando l’Università lo collocò definitivamente nello spazio attuale, vicino alle Torres de Quart, e fuori dalla muraglia che all’epoca era ancora presente.

Per tutto il XIX secolo al suo interno si tenevano lezioni di botanica e si effettuavano esperimenti per acclimatare le piante di interesse agricolo. Durante il corso del XX secolo, il giardino Botanico subì un lungo periodo di abbandono fino a quando, nel 1987, l’Università di Valencia iniziò un processo di restauro completo che si è concluso nel 2000.

Giardino botanico di Valencia
Fonte foto: paisajismodigital.com

Il giardino ai giorni nostri

Attualmente il giardino botanico dedica le sue ricerche alla conoscenza della diversità vegetale, alla conservazione di specie rare, endemiche o minacciate della flora mediterranea e alla conservazione degli habitat naturali. Inoltre, ha un’incessante attività educativa e culturale svolta dagli uffici didattici, culturali e di comunicazione.

Nel sito web ufficiale del giardino botanico è possibile trovare moltissime informazioni riguardo lo stesso e molte altre rispetto i laboratori educativi organizzati per scolaresche o per gruppi, visite guidate e molto altro ancora. Importante la comunicazione degli eventi ed appuntamenti che vengono pianificati durante tutto il corso dell’anno. Per questo motivo suggeriamo, a chi vive a Valencia, di tener controllato il sito per non perdersi il calendario degli eventi e appuntamenti.
Lasciamo inoltre un dépliant che può risultare utile per conoscere il giardino Botanico.

Giardino botanico di Valencia
Fonte foto: jardibotanic.org

Le strutture architettoniche del giardino botanico

Le strutture di rilievo, tra le tante, che possiamo trovare all’interno del giardino botanico sono la serra tropicale e il “umbráculo”.

La prima è la serra più importante per il suo valore storico ed architettonico. Fu costruita a metà del XIX secolo dall’architetto valenciano Sebastián Monleón. Situato nel centro del giardino ed esposto a sud, è il primo edificio spagnolo ad utilizzare il ferro e il vetro come materiali principali. Tra il 1989 e il 1991 la serra è stata restaurata rispettando il disegno originale. Inoltre, le condizioni per la coltivazione di piante tropicali e di ambienti umidi sono state migliorate con l’installazione di sistemi di umidificazione, riscaldamento e irrigazione.

L’altra struttura rilevante è quella conosciuta con il nome di “umbráculo”, che permette di creare una gran zona d’ombra, fu realizzata alla fine del XIX secolo dall’architetto madrileno Arturo Mélida y Alinari. Ristrutturata anch’essa nel 1987 si recuperò il suo stato originale.

i consigliamo di visitare il giardino e approfittare dell’ambiente tranquillo e rilassante che lo stesso è capace di ricreare. Nelle vicinanze del giardino botanico trovate anche i giardini delle “Esperidi”, altra chicca verde da non perdere.

Questo un video che ci permette di apprezzare l’interno del giardino botanico e qualche sua specie vegetale.

Il perchè del nome Las Fallas
Conoscere Las Fallas

Il perché della denominazione, del nome Las Fallas

L’etimologia della parola valenciana “falla” deriva dal latino “facula”, che significa “torcia”. È interessante ed importante comprendere l’evoluzione del nome Las Fallas, per rendersi conto del significato che possiede oggigiorno questa parola e a che cosa ci si riferisce quando utilizziamo le molte sfaccettature che possiede.

Tribunal de las Aguas de Valencia
Curiosità di Valencia - Lo sapevate che?

Tribunal de las Aguas de Valencia

Questo Tribunale ha origini medioevali ed è una testimonianza unica di una tradizione culturale e storica ancora viva. Nel settembre del 2009 è stato designato come “Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità”. Tuttavia la sua funzione giurisdizionale è pienamente vigente, espressamente riconosciuta dalla legislazione spagnola.

Museo Settimana Santa Marittima

Un museo che custodisce il materiale utilizzato per la celebrazione delle processioni e diversi atti che caratterizzano la “Semana Santa Marinera”. Immagini sacre, carri trionfali, abiti e oggettistica che vestono e colorano le diverse confraternite e corporazioni militari. Museo che è anche la sede della Giunta Maggiore che ha il compito di organizzare la festività e divulgare il suo gran significato.

Parco "de Cabacera"
Giardini e parchi

Parco “de cabecera”, l’inizio dei giardini del Turia

Questo parco è considerato uno dei migliori parchi zoologici d’Europa. La sua peculiarità principale è quella di preservare e curare l’habitat degli animali per far scoprire al visitante come le specie si comportano quando l’ambiente nel quale vivono possiede certe caratteristiche.

Piero Viajero en Las Fallas de Valencia
Las Fallas di Valencia

Il fumetto Piero Viajero

Un progetto editoriale per spiegare un gran aspetto culturale festivo della città: la festa Las Fallas di Valencia. Celebrazione di un’antica tradizione, di una consuetudine dei falegnami di festeggiare il loro santo, San Giuseppe. Per comprendere l’organizzazione e le motivazioni che muove più 100mila valenciani.

Empadronamiento a Valencia
Documenti in regola

Che cos’è e come ottenere il Empadronamiento

Il empadronamiento è il documento con il quale si certifica il domicilio di una persona fisica in un determinato comune all’interno del territorio spagnolo. È un documento fondamentale per molti tramiti burocratici, tra cui la richiesta degli aiuti sociali, per iscrivere i figli a scuola, per richiedere l’assistenza sanitaria, etc.