Museo Taurino

Il museo taurino di Valencia fu fondato nel 1929 con fondi e donazioni da parte di due collezionisti taurini che durante molti anni hanno raccolto un rilevante numero di oggetti e materiale della tauromachia valenciana del XIX e principio del XX secolo.
Museo Taurino di Valencia

Il museo taurino di Valencia fu fondato nel 1929 con fondi e donazioni da parte di due collezionisti taurini che durante molti anni hanno raccolto un rilevante numero di oggetti e materiale riguardo la tauromachia che ha caratterizzato il XIX secolo ed inizio del XX secolo.

Dalla sua fondazione, il museo ha sviluppato una gran azione di divulgazione della tauromachia valenciana e spagnola che copre quasi un secolo. Dispone di una collezione permanente che mostra l’evoluzione della tauromachia valenciana dal XIX secolo ad oggi e materiale che permette comprendere la storia dell’arena, la “Plaza de Toros”. Il museo, inoltre, al suo interno è fornito di una biblioteca specializzata e di una sala audiovisiva dove viene mostrato il processo di una corrida.

La visita: storia, abbigliamento e cultura taurina

Sono cinque le principali tematiche in cui si basa la visita al museo:

  • L’evoluzione della tauromachia valenciana
    Dove vengono presentate le tappe della tauromachia valenciana e i suoi principali protagonisti del XIX secolo, la figura di Granero nell’età d’oro della tauromachia spagnola, gli anni del dopoguerra, il periodo di massimo splendore della corrida fino ad arrivare all’attualità delle recenti corride.
  • Il toro “de Lidia”
    Dove vengono spiegate le caratteristiche che presentano i tori che affrontano il torero nel duello dentro l’arena. Si parla del loro allevamento e processo di crescita che rafforza e modifica l’istinto selvatico del bestiame.
  • La formazione del torero
    Serie d’informazioni che introducono la figura del torero che, insieme al toro, è il vero protagonista dello spettacolo. Accompagnato della sua squadra, composta da due “picador” e tre “banderilleros”, che lo aiutano nella lotta contro i tori, il suo compito è quello di condurre le diverse azioni che portano a causare la morte del toro in modo esteticamente piacevole per attirare l’applauso e l’ovazione dei presenti allo spettacolo taurino. Curioso conoscere il tradizionale abbigliamento che veste il torero durante lo spettacolo.
  • La liturgia della corrida
    Vengono spiegate ed analizzate le fasi che portano al compimento della corrida, vengono mostrati gli elementi chiave per lo sviluppo di uno spettacolo soggetto a regole secolari, dalla sua liturgia e sviluppo, all’opera dei due protagonisti essenziali: il “matador” ed il toro.
  • L’arena
    Spiegazione del gran patrimonio architettonico che possiede e rappresenta la “Plaza de Toros” all’interno del paesaggio urbano di Valencia. A questo gran monumento della tauromachia abbiamo dedicato un intero articolo che consigliamo di leggere per meglio capire la sua nascita. Ricordiamo che la “Plaza de Toros” si cominciò a costruire nel 1850 e che la prima corrida si celebrò nel 1859.

Il museo taurino e le sue attività

Come centro di diffusione e divulgazione della cultura taurina, il museo organizza differenti tipi di attività culturali: conferenze, presentazioni di libri e rappresentazioni cinematografiche. Consigliamo di dare uno sguardo al sito web ufficiale del museo taurino per rimanere aggiornati riguardo le attività proposte durante il corso dell’anno.

Giardini di Monforte
Giardini e parchi

Giardini di Monforte

Le origini di questi giardini risalgono a un orto situato all’esterno delle vecchie mura della città di Valencia. Un gran patrizio valenciano, titolare dei giardini, dopo il 1849 investì somme considerevoli per la piantagione e la decorazione dei giardini

San Vicente Mártir
Feste valenciane

San Vicente Mártir – Patrono di Valencia

Il 22 di gennaio, i valenciani celebrano il giorno del loro santo patrone, San Vicente Mártir. Vicente fu un giovane diacono martire a Valencia nel 304 per ordine dell’imperatore Diocleziano. È il Martire più antico di tutta Spagna e oltre ad essere patrone di Valencia, lo è anche di Saragozza e Portogallo.

Pesce d’aprile in Spagna
Curiosità di Valencia - Lo sapevate che?

In Spagna si festeggia il pesce d’Aprile?

Esistono differenti teorie riguardo le origini della celebrazione del primo di Aprile, la più convincente sembra essere che gli scherzi che accompagnano questa data cominciarono nel XVI secolo in Francia con il Regno di Carlo IX

Museo della Horchata e della Chufa
Musei ed esposizioni

Museo della Horchata e della Chufa

Il museo si trova all’interno della campagna valenciana nel Comune di Alboraya, adiacente a Valencia. Grazie alla sua visita possiamo conoscere la coltivazione della chufa, il processo per ottenere l’horchata e la sua commercializzazione attuale ed antica.

IVAM – Istituto Valenciano di Arte Moderna

L’istituto valenciano, che possiede come fine la ricerca e la diffusione dell’arte moderna, è stato inaugurato nel 1989 ed è suddiviso in otto gallerie destinate alle collezioni del museo e alle esposizioni temporali. Al suo interno vengono organizzate diverse attività didattiche.