Statua equestre di Rey Jaime I, Re Giacomo I d’Aragona

La statua rappresenta la figura di Re Giacomo I d’Aragona, e la troviamo in “Plaza Alfonso el Magnánimo”. Questa rappresentazione fu inaugurata nel luglio 1891. La statua equestre fu scolpita nel legno e in seguito bagnata nel bronzo. Si utilizzarono 15 tonnellate di metallo.
Statua equestre di Rey Jaime I - Monumento di Valencia

La statua equestre di Rey Jaime I, situata nelle vicinanze del centro di Valencia, è una delle opere monumentali più significative della città. Rappresenta Re Giacomo I d’Aragona, una figura storica di grande importanza per Valencia. Questo monumento non solo celebra il re che liberò Valencia dal dominio arabo, ma è anche un simbolo di orgoglio e identità per i valenciani. In questo articolo, esploreremo la storia della statua, il significato della sua iconografia e il suo impatto sulla città.

Storia della Statua equestre di Rey Jaime I

Rey Jaime I, noto anche come El Conquistador, è ricordato non solo per le sue conquiste militari, ma anche per la sua saggezza nel governare e per il suo impegno nello sviluppo economico e sociale della regione. Ha istituito una serie di articoli legislativi, chiamati “Fur de València”, che ha gettato le basi del  diritto valenciano, della nascita del Regno di Valencia,  e con cui, quest’ultimo, fu governato dal XIII secolo fino all’inizio del XVIII.

Rey Jaime I, o Giacomo I d’Aragona, è una figura centrale ed importante nella storia di Valencia. La sua entrata e conquista di Valencia, datata 9 ottobre 1238, fu un evento decisivo che pose fine a oltre cinque secoli di dominazione musulmana e incorporò la città nel regno cristiano di Aragona. Questo cambiamento ha avuto un impatto duraturo sulla cultura, l’architettura e l’identità di Valencia, infatti la sua entrata in città si commemora tutt’oggi con grandi atti ufficiali politici e ludici. Quando? Ogni 9 di ottobre, festa della Comunità Valenciana, durante il quale si commemora con grandi atti ufficiali politici e ludici. Uno degli atti più sentiti da parte del popolo valenciano, è portare in processione la “Real Senyera”, la bandiera ufficiale della Comunità Valenciana, dal palazzo del comune fino alla statua di Re Jaime I per rendere omaggio al Re e ricordare l’inizio di una unione popolare.

Consigliamo la lettura dedicata alla festa della Comunità Valenciana per capirne lo svolgimento, la lettura del curioso articolo riguardo la tradizione della “Mocadorà” e quello riguardo gli atti organizzati “aspettando il 9 ottobre” per comprenderne l’importanza di questa data.

La statua equestre di Rey Jaime I

Molte sono le statue celebrative della figura del Re Jaime I che possiamo trovare dislocate in svariate città appartenenti al regno dell’epoca. A Valencia la statua la troviamo in “Plaza Alfonso el Magnánimo”, nelle vicinanze della fermata metro “Colón”, alla fine di “calle de la Paz”. Una statua equestre scolpita nel legno e in seguito bagnata nel bronzo. Si utilizzarono 15 tonnellate di metallo e fu inaugurata nel luglio del 1891.

La realizzazione della statua: una iniziativa popolare

L’idea di dedicare un monumento al re, una statua a Rey Jaime I, fu di un direttore di una testata giornalistica valenciana. Presentò l’idea alla giunta municipale del tempo e nel 1876 fu approvata con la clausola che il costo della realizzazione dovesse essere a carico dei concittadini.

Nel 1878 non erano ancora stati raccolti tutti i fondi necessari per il progetto, però, si decise ugualmente di cominciare ad alzare il piedistallo in marmo.

Nel 1882, il comitato responsabile dei lavori incaricò a due dei migliori scultori spagnoli dell’epoca, di realizzare la scultura. Gli artisti Agapito e Venancio Vallmitjana erano di Barcellona e questo causò una gran polemica interna alla città di Valencia. Polemica che venne ridotta nei suoi toni decidendo che la scultura sarebbe stata fusa in laboratori valenciani.

Per la fusione dell’opera, al “Ministero della Guerra” furono richieste quindici tonnellate di bronzo, concesse inviando cinque cannoni e un obice direttamente dal Castello di Peñíscola. Come detto precedentemente la statua equestre di Rey Jaime I “El Conquistador” fu inaugurata nel luglio del 1891.

La scultura fu progettata per trasmettere la forza e il coraggio di Rey Jaime I, rappresentato in sella al suo cavallo, con la spada sguainata e lo sguardo fiero rivolto verso l’orizzonte. La posizione del cavallo, con una zampa anteriore sollevata, è simbolica e spesso interpretata come un segno di battaglia o di vittoria.

La statua poggia su un imponente piedistallo, adornato con bassorilievi che rappresentano scene della vita e delle conquiste di Rey Jaime I. Questi dettagli non solo arricchiscono l’estetica dell’opera, ma educano anche i visitatori sulla storia del Re e riguardo la città di Valencia.

Il significato delle posizioni nelle statue equestri

Le statue equestri sono cariche di simbolismo, e la posizione del cavallo è spesso utilizzata per comunicare informazioni sul soggetto rappresentato. Nel caso della statua equestre di Rey Jaime I, il cavallo ha una zampa anteriore sollevata, che tradizionalmente indica che il cavaliere è stato ferito in battaglia. Tuttavia, nel contesto di questa statua, potrebbe anche simboleggiare il coraggio e la determinazione del re nella sua missione di liberare Valencia.

In molte altre statue equestri, un cavallo con entrambe le zampe anteriori sollevate indica che il cavaliere è morto in battaglia, mentre un cavallo con tutte e quattro le zampe a terra suggerisce che il cavaliere è morto per cause naturali. Questi simbolismi, sebbene non sempre rigorosamente applicati, aggiungono un ulteriore livello di significato e interesse alle statue equestri.

Valencia ospita altre statue equestri che celebrano figure storiche importanti. Ad esempio, la statua equestre del Cid Campeador, situata nelle vicinanze di Plaza de España, è un’altra testimonianza dell’arte scultorea e dell’importanza storica delle figure rappresentate. Il Cid, come Rey Jaime I, è celebrato per il suo ruolo nelle “Reconquiste” e per il suo impatto duraturo sulla storia spagnola.

Anche per chi vive a Valencia, un’esperienza visitare il monumento

Per concludere, visitare la statua equestre di Rey Jaime I è un’esperienza che consiglio vivamente a chiunque sia interessato alla storia e alla cultura di Valencia. Personalmente, penso che visitare questa statua offre un’opportunità unica per connettersi con il passato di Valencia e apprezzare le conquiste di uno dei suoi più grandi leader. La statua equestre di Rey Jaime I è molto più di una semplice opera d’arte; è un simbolo di storia, orgoglio e identità per la città di Valencia.

Se sei affascinato dalla storia di Valencia e vuoi scoprire di più sulle sue figure storiche e i monumenti, continua le letture all’interno del nostro sito. Scopri altre statue e opere d’arte che raccontano la ricca storia di questa meravigliosa città. Pianifica la tua visita a Valencia e immergiti nel suo patrimonio culturale! Mettiti in contatto con noi!