Palazzo “de los Borja”, o “de Benicarló” – Sede Cortes Valencianas

Dal 1984 questo palazzo signorile è sede del potere legislativo della Comunità Valenciana, in passato fu residenza di famiglie nobili, costruito sopra un vecchio edificio alla fine del XV secolo.
Palazzo “de los Borja”

Il palazzo “de Benicarló”, o Palazzo “de los Borja”, dalla sua costruzione ha sempre avuto la funzione di residenza signorile delle rispettive famiglie che attribuiscono il nome al palazzo. Attualmente è sede del potere legislativo della Comunità Autonoma Valenciana, alberga l’istituzione conosciuta come “Cortes Valencianas”. Suggeriamo la lettura dell’articolo che ci permette di conoscere questa istituzione e comprendere le sue principali funzioni.

Il palazzo si trova a poche decine di metri da “Plaza de la Virgen” dirigendoci verso i giardini del Turia, lasciando alle spalle la Basilica e la Cattedrale di Valencia. Fu costruito alla fine del XV secolo come residenza a Valencia della famiglia Borja, titolare del Ducato di Gandia. Venne realizzato sopra un vecchio edificio che ospitava la “Scuola d’Arte e Grammatica” dal 1408.

La principale caratteristica del palazzo è la sua ampia facciata limitata ad un’estremità da una torre che supera leggermente l’altezza del corpo principale. Nel tardo Medioevo l’importanza di una famiglia si misurava anche dalla grandezza del palazzo, e questa estesa facciata era un segno di potere e di nobiltà, anche se la profondità del palazzo non pe eccessiva.

Il palazzo “de Benicarló”

Agli inizi del 1900 la casa signorile diventa proprietà della famiglia del Marchese di Benicarló, e per questo motivo viene chiamato palazzo “de Benicarló”. Il nuovo proprietario apporta diverse modifiche e ristrutturazioni all’edificio per recuperare i danni provocati dagl’anni di abbandono e mal mantenimento che aveva subito negl’ultimi decenni. Durante la Guerra Civile venne adibito a sede del governo repubblicano che si era installato a Valencia e dopo la guerra restituito al suo proprietario. Del palazzo gotico si sono conservati la porta principale con arco e la serie di finestre arcate che si possono apprezzare all’ultimo piano.

Nel 1973 fu lo Stato spagnolo ad acquisire il palazzo e dal 1984 è sede della “Cortes Valencianas”, istituzione che prima condivideva gli spazi con il “Consejo de la Generalidad” nell’attuale palazzo della “Generalidad Valenciana”.

Visitare e conoscere il palazzo “de los Borja”

Durante il corso dell’anno vengono organizzate giornate a “porte aperte” e visite guidate gratuite, soprattutto in occasione della festa della Comunità Valenciana o del giorno internazionale dei musei, ma avviene pure in altre occasioni
È possibile visitare il palazzo anche fuori da queste particolari giornate, però è necessario richiederne il permesso compilando questo modulo online oppure chiamando il numero +34 963 876 100.

Le visite vengono organizzate durante il mattino, con orario 10:00, 11:00, 12:00 e 13:00, dal lunedì al venerdì, e durano all’incirca un’ora. La visita consiste in una spiegazione storica del palazzo e in una visita all’emiciclo con la spiegazione del funzionamento del parlamento.

Per chi fosse interessato a seguire una sessione parlamentaria può farlo compilando quest’altro modulo.

Rimaniamo a vostra completa disposizione per aiutarvi nell’organizzare questa visita all’interno della vostra permanenza a Valencia. Semplicemente mettetevi in contatto con noi.