Hemisferic – Sala per proiezioni

Elemento architettonico che rappresenta un gigantesco occhio che si ricompone con lo specchiarsi nell'acqua, "l'occhio della scienza", ha funzione di entrata alla cupola della sala cinematografica che possiede uno schermo concavo di 900 m². Inizio dei lavori nel 1995 e inaugurazione nel 1998.
Hemisferic - Sala per proiezioni

L’Hemisferic, nel 1998, è stato il primo edificio ad essere inaugurato del complesso architettonico denominato “Città delle Arti e delle Scienze”, che ricordiamo è stato realizzato all’interno del vecchio letto del fiume Turia.

Disegnato dall’architetto Calatrava, l’Hemisferic è un edificio spettacolare che rappresenta un grande occhio, l’occhio della scienza, della saggezza. Il suo massimo splendore lo possiamo ammirare con lo specchiarsi nell’acqua. Inatti, le vasche che si trovano ai lati permettono di vedere quest’occhio completo in tutta la sua bellezza.

L’Hemisferic, “occhio della saggezza”

Le monumentali palpebre, che si aprano e chiudono grazie a dei pistoni che è possibile intravedere, assieme alla copertura ovoidale lunga oltre 100 metri, hanno la funzione di proteggere e coprire la cupola della sala di proiezione.

Concepito come un progetto educativo, l´Hemisferic conta su eccezionali mezzi audiovisivi che permettono di offrire una combinazione spettacolare di tecnologia, conoscenza e divertimento. L’edificio offre una sala di proiezioni unica nella quale ci si può godere, in uno stesso ambiente e su uno stesso schermo gigante, spettacoli audiovisivi differenti.

Proiezioni d’alta qualità e cornice per diversi eventi

La sua speciale e futurista architettura, come la distribuzione dei suoi spazi, lo trasformano nella cornice idonea per le più diverse manifestazioni ludiche ed imprenditoriali. Rappresentazioni teatrali e musicali, presentazioni di prodotti o convenzioni che proiettano un’immagine di futuro, moderna e di gran qualità estetica.

L’Hemisferic possiede un’altezza di 26 metri e si trova tra il museo delle scienze “Principe Felipe” e il palazzo delle arti “Reina Sofia”. Nel sito web dedicato a questo elemento della Città delle Arti e delle Scienze è possibile rimanere aggiornati riguardo le proiezioni in programma che normalmente durano 45/50 minuti.

Consigli e suggerimenti

Se all’interno della vostra visita al complesso architettonico, volete inserire una proiezione dell’hemisferic, cercate di organizzare le tempistiche di visita delle varie strutture per coordinare gli orari di apertura, chiusura, svolgimento dei laboratori e proiezioni cinematografiche.
Per quest’ultimo motivo vi suggeriamo di mettervi in contatto con noi, con molto piacere possiamo aiutarvi ad ottimizzare il tempo a vostra disposizione durante la permanenza alla città di Valencia. Ricordatevi che se siete un gruppo o una scolaresca avete accesso a diversi sconti riguardo le entrate agl’edifici e alle attività organizzate al loro interno.

Consolato italiano a Valencia
Consigli pratici

Consolato italiano a Valencia e ambasciata italiana

Il consolato italiano ufficiale che possiede pieni poteri, per la città di Valencia è quello che si trova a Barcellona. Il Consolato presente a Valencia è onorario, ciò significa che compie esclusivamente funzioni burocratiche e di assistenza.

Allegorie del Corpus Christi
Curiosità di Valencia - Lo sapevate che?

Le allegorie del Corpus Christi

Abitudine durante la festa del Corpus Christi è quella di far sfilare nelle processioni personaggi biblici, simboli e oggetti allegorici appartenenti all’Antico Testamento, per far sì che anche questa parte della Bibbia sia famigliare ai più.

All i Pebre - Albufera
Piatti tipici e bevande tipiche

All i Pebre – Metodo culinario tipico

Più che un piatto finito, è un metodo culinario utilizzato per cucinare il pesce in umido, al giorno d’oggi alcuni chef lo utilizzano anche per peculiari tagli di carne. La ricetta più conosciuta elaborata con questo procedimento ha come ingrediente principale l’anguilla.

Festa della Costituzione Spagnola
Feste nazionali

Festa della Costituzione – 6 dicembre

Lo Stato spagnolo commemora l’approvazione del popolo spagnolo, tramite referendum del 6 dicembre 1978, della Costituzione spagnola vigente tutt’ora. É la conseguenza di un processo storico denominato Transición Española, che convertì il regime franchista in una Monarchia parlamentare.