Plantà – Il montaggio

Durante questo atto della festa Las Fallas l’artista fallero deve concludere il montaggio del monumento artistico, portare a termine gl’ultimi ritocchi e consegnare il lavoro commissionato dalla rispettiva commissione. Dopo poche ore passera la giuria per valorare l’operato.
Plantà - Las Fallas

La “plantà” è l’evento fallero che mette fine al montaggio della propria falla, per metterla in mostra ed esporla agl’occhi dei valenciani e dei visitanti.
I monumenti artistici piccini si finiscono di realizzare la notte tra il 14 e il 15 di marzo, infatti da regolamento alle 8 del mattino del 15 l’opera deve essere terminata. Per l’occasione i membri della falla sono presenti nella loro demarcazione territoriale e dopo aver cenato ci si mette al lavoro per finire, pulire e preparare la falla infantil.

Invece, per quanto riguarda il monumento artistico grande, la plantà, si realizza la notte tra il 15 e il 16 di marzo. Alle 8 del mattino del giorno 16 l’opera deve essere terminata e pronta a sottomettersi al giudizio dei giudici. Anche in questo caso, dopo la cena conosciuta con il nome di “sobaquillo” ci si mette tutti assieme al lavoro.

Con la “Plantà” si dà inizio al gran finale della festa

In passato la falla veniva montata interamente durante la giornata della plantà, ma l’evoluzione dei materiali, le nuove tecnologie e l’arte degli artisti falleros hanno portato ad una crescita sostanziale dei volumi delle opere e della loro complessità. Per questo motivo i monumenti artistici si comincia a montarli già parecchi giorni prima e solo gl’ultimi ritocchi vengono lasciati al giorno della plantà.

Dimensioni monumentali delle fallas

Le dimensioni monumentali, che oggigiorno possiede una falla, costringono l’artista fallero ad utilizzare gran camion per trasportare i componenti che formano il monumento, dalla propria officina al luogo della demarcazione fallera, e gru per innalzare, pezzo dopo pezzo, il corpo centrale. Si può arrivare ad avere strutture di 20 metri d’altezza.
È una notte particolare, si comincia a sentire la festa, soprattutto all’interno del mondo fallero. Molte persone escono nei vari quartieri a vedere come sono le “Fallas”, si nota la voglia di vederle in piedi, e si sente l’emozione che cresce mano mano che il monumento prende forma.
Si consiglia, per meglio capire, la visita al museo dell’artista fallero che si trova presso il quartiere conosciuto con lo stesso nome.

Un buon metodo per comprendere questo atto e l’intera festa Las Fallas è la lettura del fumetto “Piero Viajero”.

Crida - La chiamata - Evento las Fallas de Valencia
Eventi Las Fallas

Crida – La Chiamata

Evento fallero tra i più attesi, perché è quello che da inizio agl’ultimi eventi per chiudere l’anno fallero e arrivare alla settimana fallera per vedere i propri momumenti artistici in strada. Durante l’evento tutta la città, il mondo fallero, i valenciani, turisti e visitanti vengono chiamati a far festa, a partecipare e divertirsi assieme. Si dice che “Valencia está en Fallas”, che la città è entrata nel suo ultimo gran periodo di festeggiamenti, il periodo clou.

Giardini de la Glorieta
Giardini e parchi

Giardini “de la Glorieta”

I giardini della Glorieta si trovano nella zona tra il Quartier generale delle forze terrestri, ex Convento domenicano, la porta del Mar e il Tribunale Superiore della Giustizia. Nascono nei primi decenni del 1800 e diverse trasformazioni hanno subito nella loro storia.

Museo della preistoria di Valencia
Musei ed esposizioni

Museo della preistoria

Nel 1927 il museo nasce associato ad un servizio di ricerca preistorica dedicato alla conservazione, alla ricerca e alla diffusione del patrimonio archeologico di Valencia. I reperti rinvenuti hanno permesso la creazione di una collezione il cui valore scientifico e patrimoniale è tra i più importanti di Spagna.

Edificio delle poste - Monumento di Valencia
Monumenti e luoghi di interesse

Edificio delle poste – Correo

L’inizio della costruzione dell’edificio delle poste, Palacio de correos y telégrafos, è datato 1915 e la fine dei lavori risale al 1922. L’architetto s’ispirò al palazzo del Comune, affinché le linee fossero armoniose tra i due edifici monumentali presenti nella medesima piazza.

Chiesa San Martino di Valencia
Monumenti e luoghi di interesse

Chiesa San Martino

Dichiarata Monumento Storico Nazionale nel 1983, la chiesa di San Martino è costruita nel luogo di una delle dieci moschee che possedeva la città di Valencia al momento della conquista da parte di Re Giacomo I d’Aragona. Realizzata tra il 1372 e il 1401.

Inno della Comunità Valenciana
Inni e canzoni tradizionali

Inno della Comunità Valenciana

In occasione della “esposizione regionale Valenciana del 1909”, il Maestro Serrano e Massimiliano Thous Orts, composero l’inno su commissione del presidente del “Ateneo Mercantil di Valencia” ,solo successivamente fu accettato come simbolo per l’intera Comunità.