Plantà – Il montaggio

Durante questo atto della festa Las Fallas l’artista fallero deve concludere il montaggio del monumento artistico, portare a termine gl’ultimi ritocchi e consegnare il lavoro commissionato dalla rispettiva commissione. Dopo poche ore passera la giuria per valorare l’operato.
Plantà - Las Fallas

La “plantà” è l’evento fallero che mette fine al montaggio della propria falla, per metterla in mostra ed esporla agl’occhi dei valenciani e dei visitanti.
I monumenti artistici piccini si finiscono di realizzare la notte tra il 14 e il 15 di marzo, infatti da regolamento alle 8 del mattino del 15 l’opera deve essere terminata. Per l’occasione i membri della falla sono presenti nella loro demarcazione territoriale e dopo aver cenato ci si mette al lavoro per finire, pulire e preparare la falla infantil.

Invece, per quanto riguarda il monumento artistico grande, la plantà, si realizza la notte tra il 15 e il 16 di marzo. Alle 8 del mattino del giorno 16 l’opera deve essere terminata e pronta a sottomettersi al giudizio dei giudici. Anche in questo caso, dopo la cena conosciuta con il nome di “sobaquillo” ci si mette tutti assieme al lavoro.

Con la “Plantà” si dà inizio al gran finale della festa

In passato la falla veniva montata interamente durante la giornata della plantà, ma l’evoluzione dei materiali, le nuove tecnologie e l’arte degli artisti falleros hanno portato ad una crescita sostanziale dei volumi delle opere e della loro complessità. Per questo motivo i monumenti artistici si comincia a montarli già parecchi giorni prima e solo gl’ultimi ritocchi vengono lasciati al giorno della plantà.

Dimensioni monumentali delle fallas

Le dimensioni monumentali, che oggigiorno possiede una falla, costringono l’artista fallero ad utilizzare gran camion per trasportare i componenti che formano il monumento, dalla propria officina al luogo della demarcazione fallera, e gru per innalzare, pezzo dopo pezzo, il corpo centrale. Si può arrivare ad avere strutture di 20 metri d’altezza.
È una notte particolare, si comincia a sentire la festa, soprattutto all’interno del mondo fallero. Molte persone escono nei vari quartieri a vedere come sono le “Fallas”, si nota la voglia di vederle in piedi, e si sente l’emozione che cresce mano mano che il monumento prende forma.
Si consiglia, per meglio capire, la visita al museo dell’artista fallero che si trova presso il quartiere conosciuto con lo stesso nome.

Un buon metodo per comprendere questo atto e l’intera festa Las Fallas è la lettura del fumetto “Piero Viajero”.

Origine della mascletà
Las Fallas di Valencia

L’origine della mascletà – Lo spettacolo pirotecnico per antonomasia

La mascletà è uno spettacolo pirotecnico fondamentalmente diurno e principalmente terrestre. Consiste in una sequenza di esplosioni controllata e programmata. Suddiviso in diverse fasi che possiedono ritmo e potenza crescente fino ad arrivare al gran finale, un’apoteosi di rumore e fumo che inebria i presenti e che appartiene alla cultura pirotecnica di ogni valenciano.

Spazi e aree verdi
Cultura e Turismo di Valencia

Gli spazi e aree verdi non mancano nella città di Valencia

Passeggiare nei giardini, giocare con i bimbi nei parchi, rilassarsi sdraiati nel verde, eseguire attività sportive o leggere un libro in mezzo alla natura, sono diverse le attività che la città permette di fare grazie ai suoi molti spazi verdi.

Commissione fallera
Conoscere Las Fallas

La commissione fallera – Sue funzioni e organizzazione

La commissione fallera è un’associazione culturale senza scopo di lucro che possiede il fine di realizzare i monumenti artistici in occasione della festività del proprio santo. Tutto l’anno organizza, per e con i propri associati, diversi eventi culturali, di aggregazione e di festa. Possiede una organizzazione che in base a elezione democratica si rinnova di anno in anno.

Pesce d’aprile in Spagna
Curiosità di Valencia - Lo sapevate che?

In Spagna si festeggia il pesce d’Aprile?

Esistono differenti teorie riguardo le origini della celebrazione del primo di Aprile, la più convincente sembra essere che gli scherzi che accompagnano questa data cominciarono nel XVI secolo in Francia con il Regno di Carlo IX

Calendario Laboral
Consigli pratici

Che cos’è il Calendario Laboral?

I giorni lavorativi, il fine settimana, come i diversi giorni di festa dipendono, in ordine d’importanza, dallo Stato, dalle Comunità Autonome dalle Province e dai singoli Comuni. Il Calendario Laboral riporta annualmente quanti e quali saranno i giorni lavorativi e di conseguenza quali sono i giorni festivi.

Museo della Horchata e della Chufa
Musei ed esposizioni

Museo della Horchata e della Chufa

Il museo si trova all’interno della campagna valenciana nel Comune di Alboraya, adiacente a Valencia. Grazie alla sua visita possiamo conoscere la coltivazione della chufa, il processo per ottenere l’horchata e la sua commercializzazione attuale ed antica.