Fiera di luglio – Feria de Julio

La fiera di luglio, la Feria de Julio, possiede una grandissima tradizione all’interno dell’organizzazione di eventi ludici e commerciali da parte del Comune di Valencia. Si rivivono la cultura, la storia e le usanze della città.
Feria de Julio de Valencia

Un mese che consigliamo, per conoscere e visitare Valencia, è il mese di luglio. Un mese durante il quale la città vive una gran programmazione di eventi e appuntamenti, ampia e diversificata, rivolta a tutti i tipi di pubblico, che combina proposte specifiche con altre di carattere più generale. Organizzazione che presenta un patrimonio festivo di gran impatto, non solo per i valenciani, ma anche per turisti e visitatori. Parliamo della gran “Feria de Julio”.

La “feria de julio” per i tipi di pubblico

Valencia, durante questo mese diventa un gran palcoscenico all’aria aperta, appuntamenti musicali di rilievo organizzati in uno spettacolare scenario, come sono i giardini reali, “de los viveros”, eventi pirotecnici, spettacoli teatrali e monologhi, attività per i più piccini, accompagnano i partecipanti e assistenti nelle serate del mese di luglio.

La “fiera di luglio”, la “Feria de Julio”, è il risultato di una gran collaborazione e coordinazione tra le istituzioni valenciane, partendo dal Comune e coinvolgendo associazioni ed imprese. Negl’ultimi anni la fiera è cresciuta moltissimo in diversi aspetti, dalla quantità e diversità di atti programmati alla qualità e numero di luoghi che ospitano la programmazione. In passato la “feria de julio” concentrava i suoi appuntamenti nei giardini reali e nei giardini del Turia all’altezza del palazzo della musica, ma sono stati involucrati spazi emblematici come l’intero centro storico e la zona del porto, la marina di Valencia.

Cenni di storia della “feria de julio”

Tutto ha inizio nel 1871. A quell’epoca era abitudine dei valenciani lasciare la città nei periodi estivi per poi tornare a settembre. Le attività ed i negozi subivano questo gran calo di presenze e per questo motivo il Comune di Valencia cominciò a programmare un calendario festivo per la città nel mese di luglio con una vasta gamma di attività per attirare visitatori e gente da fuori.

La “Gran Fira” cominciò con sfilate, esposizioni e balli all’interno di capannoni monatati lungo il “Paseo de la Alameda”. Anni dopo, nel 1886, venne organizzato il Concorso Internazionale per Bande Musicale e nel 1891 fu lanciata la “Battaglia dei Fiori”, diventata nel tempo, un atto di riferimento per la fiera, con la funzione di mettere fine le attività della stessa fiera.

La fiera è sempre stata un punto d’incontro per tutte le classi sociali e uno spazio festivo in cui sono state abbinate manifestazioni sportive di ogni tipo, momenti di unione attorno all’identità valenciana grazie alle tradizioni e abitudini storiche, spettacoli pirotecnici, vari generi musicali e la presenza di un gran luna park.

Oggi, la “feria de julio” è diventata un vero e proprio festival estivo capace di riunire migliaia di persone attorno a proposte ludiche e culturali per trascorrere al meglio il tempo libero nelle notti d’estate.

Quando e dove si svolgono gli eventi della “Feria de Julio”

La fiera comincia il giorno 1 e termina sempre l’ultima domenica del mese di luglio con uno degli eventi più attesi, la cosiddetta “battaglia dei fiori”.

La programmazione è gremita di eventi interessanti e di spicco possiamo segnalare le diverse nottate pirotecniche che colorano il cielo valenciano nel fine settimana del mese di luglio, la “gran nit” nel quale gli orari si ampliano ed è impossibile partecipare alla moltitudine di atti organizzati tra cui la visita ai musei della città, la sessione taurina presso l’arena, “Plaza de Toros”.

Il suggerimento è quello di accedere al sito web ufficiale e seguire i relativi account all’interno delle reti dov’è possibile trovare la programmazione aggiornata e suddivisa nei diversi settori che coinvolge.

Curiosità

Durante le serate del mese di luglio comincia la preselezione della “Fallera Mayor” e della “Fallera Mayor Infantil”, rappresentanti nel mondo della festa “las Fallas” di Valencia. Se non sai di che cosa stiamo parlando vi consigliamo di leggere l’articolo “Las Fallas – Non sai che cos’è?”. Le ragazze prescelte per continuare le varie prove di questo percorso di elezione saranno le protagoniste della “battaglia dei fiori”.

Se vieni a Valencia durante il mese di luglio non dimenticare di contattarci, volentieri vi aiutiamo e vi consigliamo sui diversi eventi organizzati e sulle attività a cui vi conviene partecipare senza avere il problema della lingua.

Torres de Serranos - Monumento di Valencia
Monumenti e luoghi di interesse

Torres de Serranos

Queste torri erano una delle quattro “porte maggiori” della città di Valencia. Le funzioni, oltre a quelle di difesa, d’entrata e d’immagine della città, erano anche di magazzino e carcere femminile. L’inizio dei lavori di costruzione risale al 1441 e si diedero per terminate nel 1460.

Giardino botanico - Giardini e parchi
Giardini e parchi

Giardino botanico

Fondato nel 1567 come orto di piante medicinali dell’Università di Valencia. Agli inizi del 1800 si creò il nuovo giardino nell’attuale ubicazione e adattato alle nuove conoscenze scientifiche. La ricerca e la conservazione delle specie rare sono tra le funzioni che possiede ora.

Chiesa San Martino di Valencia
Monumenti e luoghi di interesse

Chiesa San Martino

Dichiarata Monumento Storico Nazionale nel 1983, la chiesa di San Martino è costruita nel luogo di una delle dieci moschee che possedeva la città di Valencia al momento della conquista da parte di Re Giacomo I d’Aragona. Realizzata tra il 1372 e il 1401.

Tortilla spagnola
Piatti tipici e bevande tipiche

Tortilla spagnola- Piatto famoso in tutta Spagna

Uno dei piatti che possiamo trovare in quasi tutti i locali di Spagna e di facile realizzazione, è la tortilla. Trasformata in un piatto tipico della gastronomia spagnola, la tortilla viene servita a tranci oppure come “tapa” o “pincho”.

Giardini de Parcent - Guida Valencia
Giardini e parchi

Giardini di Parcent

I giardini de Parcent si trovano nella Plaza Juan de Vilarrasa e sono situati nello spazio che un tempo fu del Palazzo “de Parcent”, demolito nel 1960. Del palazzo rimane solo l’entrata, un arco in pietra. Curiose le 4 fontane circolari presenti ai 4 angoli del giardino.

Museo del riso

Interessante il museo del “arroz” di Valencia, per il suo contenuto didattico che viene proposto all’interno di un vecchio mulino e la storia del cereale in relazione alla cultura valenciana. È Possibile conoscere la lavorazione del riso, dalla raccolta al suo commercio.