Rototom Sunsplash – Raduno reggae internazionale

Il raduno reggae internazionale "Rototom Sunsplash" è nato nei primi anni novanta nel Nord d'Italia. Nell'anno 2010 il festival si sposta a Benicassim in Spagna dove attira migliaia di persone e continua a crescere ad ogni edizione. Si svolge nel mese di Agosto.
Rototom Sunsplash

Il “Rototom Sunsplash” non è semplicemente un festival di musica reggae, è il raduno reggae più grande d’Europa con visibilità e partecipazione internazionale. Non viene promossa solo la musica, ma un modo di vivere la vita, di pensare la giustizia sociale ed i diritti umani, anteponendoli ai conflitti ed ai problemi che l’essere umano è capace di creare solo grazie alla sua natura.

Il “Rototom Sunsplash” e la sua storia

Attualmente il festival reggae “Rototom Sunsplash” si celebra nel mese di agosto a Benicàssim, una città in provincia di Castiglione a poco più di 80 km da Valencia, ma le sue origini sono italiane.
Le basi di questo grande progetto musicale, sociale, turistico e anche economico, vengono gettate da quattro ragazzi che nel 1991 fondarono l’Associazione Culturale Rototom e cominciarono la loro esperienza gestendo una discoteca chiamata appunto “Rototom” e promovendo la musica reggae.

Dalla discoteca al campeggio

Nel duemila, dopo essere passati dalla discoteca alla conduzione di un campeggio in riva all’Adriatico, il raduno reggae trova location all’aperto, in provincia di Udine, ad Osoppo, nel parco del Rivellino.
È qui che comincia a svilupparsi un’idea di “comunità” reale, un parco che per diversi giorni diventa un paese, dove varie culture si fondono e convivono pace, fratellanza e gioia del vivere insieme. Elementi, quest’ultimi che hanno da sempre dato forza al progetto e che lo hanno portato a ciò che rappresenta oggigiorno.

La vibrazione della musica reggae e la filosofia di vita che la sostiene hanno contribuito a portare questo raduno a livello mondiale. Sono molteplici gli artisti internazionali che si esibiscono sul palco principale e un numero variegato di gruppi, musicisti e dj che sono sempre pronti a coinvolgere i partecipanti nei loro viaggi musicali, quasi le 24 ore del giorno.

Rototom Sunsplash, dall’Italia alla Spagna

Nel 2010 il festival “Rototom Sunsplash”, si sposta dall’Italia alla Spagna, da Osoppo a Benicàssim. Per quale motivo? Perché perdere uno dei festival che ad ogni edizione cresceva sempre più? Rispondendo in poche parole possiamo affermare: per l’essenza bigotta ed ipocrita dell’individuo italiano, della persona italiana. Lasciamo alcuni articoli giornalistici il compito di narrare i fatti e riportare le motivazioni:

Rototom Sunsplash

Il raduno reggae nel presente

Attualmente il Rototom Sunsplash è parte della città di Benicassim, alla quale apporta un gran rendiconto economico. Il festival dura diversi giorni ed è organizzato per ospitare famiglie intere, per dare la possibilità di vivere le proprie vacanze nel contesto del raduno, della comunità che si crea. C’è di tutto per tutti i gusti, campeggi, docce, servizi igienici e negl’ultimi anni anche animazione ed organizzazione di eventi nella spiaggia durante il giorno, oltre a tutto ciò che è collegato al turismo estivo della stessa città.

Non solo musica, ma si organizzano convegni e dibattiti riguardo argomenti d’interesse comune come possono essere l’ambiente, l’energia e l’eco sostenibilità. Si programmano sessioni di yoga, attività per bambini e per adulti, e molto altro oltre i concerti e le sessioni dei dj. Tutto all’interno del recinto messo a disposizione dal Comune di Benicàssim.
Come abbiamo detto precedentemente il Rototom Sunsplash non e un semplice festival è molto di più.

Scenario Rototom Sunsplash

Nel sito web ufficiale del “Rototom Sunsplash” troverete moltissime informazioni utili ed in diverse lingue. Prezzi, prevendite, alloggi e campeggi e quant’altro sia di vostro interesse. Programmazione, calendario artisti e programmazione delle attività, oltre che ad una radio gestita dalla stessa gestione del festival.

Rimaniamo a disposizione se vi serve aiuto in quanto ad indicazioni utili per organizzare al meglio la vostra partecipazione al festival. Mettetevi in contatto con noi, volentieri vi aiutiamo a trovare le informazioni che vi permetteranno di rendere unica la vostra esperienza tra Valencia e Benicàssim. Buon divertimento.

Mappa di Valencia
Consigli pratici

Mappa di Valencia e cartine utili

Valencia è una città nella quale ci si muove bene con i mezzi pubblici, a piedi ed in bicicletta. Per meglio conoscere la città si consiglia di procurarsi la mappa di Valencia per capire come meglio spostarsi ed in quale direzione.

Origine della mascletà
Las Fallas di Valencia

L’origine della mascletà – Lo spettacolo pirotecnico per antonomasia

La mascletà è uno spettacolo pirotecnico fondamentalmente diurno e principalmente terrestre. Consiste in una sequenza di esplosioni controllata e programmata. Suddiviso in diverse fasi che possiedono ritmo e potenza crescente fino ad arrivare al gran finale, un’apoteosi di rumore e fumo che inebria i presenti e che appartiene alla cultura pirotecnica di ogni valenciano.

La Mocadorà - Una tradizione valenciana
Curiosità di Valencia - Lo sapevate che?

La Mocadorà – Una tradizione valenciana

La “Mocadorà” o Mocadorada è una tradizione popolare della città di Valencia. Si celebra nel giorno della Comunità Valenciana, cioè il 9 di Ottobre, giornata in cui si festeggia anche il patrono degli innamorati valenciani, San Dionisio.

Fontana di Nettuno - Fontane di Valencia
Fontane di Valencia

Fontana di Nettuno

La fontana che rappresenta Nettuno si trova nella Plaza Alfonso el Magnanimo all’interno dei giardini “El Parterre”. Quest’opera scultorea di Antonio Ponzanelli, nel 1818 fu portata nei giardini della Glorieta dai giardini di Pontons e installata nel 1860 nella sua posizione attuale.

Valencia en Fallas - Musica
Inni e canzoni tradizionali

Valencia en Fallas – Canzone popolare

Canzone popolare composta da Vicente Ramírez che ben descrive lo spirito dei valenciani durante la loro festa e che sostiene il principio che: “Tutti quelli che visitano Valencia, soprattutto durante Fallas, ritorneranno a farvi visita”.

Monastero San Miguel de Reyes
Monumenti e luoghi di interesse

Monastero di San Miguel de los Reyes

Fondato da Fernando di Aragona, duca di Calabria, la prima pietra fu posta nel 1548. Un complesso composto da monastero, centro culturale e chiesa. Dopo essere stato sconsacrato, l’edificio ha avuto diversi usi civili, tra cui quello di carcere. Attualmente è la sede della Biblioteca Valenciana.