Mercato della Seta - Lonja de la seda - Monumento Patrimonio dell'Umanità

La Lonja de la Seda

La “Lonja de la seda”, in italiano “mercato della seta”, di Valencia è una delle attrazioni turistiche della città, è situata nel centro storico di Valencia, nella “Plaza del Mercado”, difronte al Mercato Centrale.

Il nome Lonja proviene dalla voce italiana “logia” che significa portico, poiché sotto i portici di molte chiese e edifici pubblici si riunivano i mercanti per realizzare il loro commercio.

Dichiarato Monumento storico artistico Nazionale nel 1931 e Monumento Patrimonio dell’Umanità nel 1996 da parte dell’UNESCO. È considerato come il più brillante esempio del periodo gotico civile europeo.

Lonja de la Seda di Valencia
Indirizzo: Calle Lonja, 2 - 46001 - Valencia - Comunità Valenciana - Spagna
Telefono: +34 963912295
Fax: +34 963912295
Sito web ufficile:
Orari: Aperto dal Martedì al Sabato dalle 10 alle 18 e il Lunedì e la Domenica dalle 10 alle 14
Info: Dichiarato Monumento storico artistico Nazionale nel 1931 e Monumento Patrimonio dell’Umanità nel 1996 da parte dell’UNESCO. Si trova nel distretto chiamato 'Ciutat Vella' e quartiere chiamato 'El Mercat'. Gli orari di visita durante l'estate s'allunga di un'ora, infatti la visita al monumento chiude alle 19.
Costo entrata: 2 Euro - Sabato, Domenica e festivi il costo è pari a zero.

CENNI STORIA

Mercato della Seta - "Lonja de la seda" - Monumento Patrimonio dell'UmanitàDurante il secolo XV Valencia apparve come una delle principali piazze commerciali del Mediterraneo. L'importanza dell'attività mercantile condusse alla costruzione di grandi edifici pubblici per albergare le operazioni di scambio ed ubicare le sedi degli organi e di governo mercantile. La Lonja di Valencia si costruì con l’obiettivo di dare luogo alle numerose operazioni di contrattazione dei prodotti che si commercializzavano nella città. All’interno della Lonja si riunivano mercanti e commercianti per portare a buon termine le sue transazioni, principalmente di seta, poiché la manipolazione di questo materiale aveva grande importanza tra gli abitanti della città e delle zone limitrofe.

Dichiarato Monumento Patrimonio dell'Umanità

...... a metà del secolo XV la prosperità mercantile di Valencia aveva portato il Consiglio Generale della città a considerare insufficiente la “prima Lonja” (che si trovava nell’attuale “Plaza del Doctor Collado” - dietro l’attuale Lonja) e decise di costruirne un’altra, “molto più bella, magnifica e imponente, e che deve dare onore e decoro alla città”......

Mercato della Seta - "Lonja de la seda" - Monumento Patrimonio dell'UmanitàIl monumento rappresenta il potere economico della città di Valencia alla fine del XV secolo e la sua superficie supera i 2000 metri quadrati considerando le zone edificate e non edificate.

La Lonja fu costruita tra il 1483 e il 1498 e si terminò nel 1548. La sua costruzione assomiglia ai castelli medioevali per il suo aspetto di forza che gli è dato dalle grosse mura, le facciate rettangolari, gli sfarzosi medaglioni, dai maestosi merli, dalle proporzioni delle sue belle porte. Dove il Rinascimento e il gotico ricamarono con le loro delicate ed eleganti fantasie.

La Lonja è formata da quattro parti: la TORRE, dove erano rinchiusi i ladri di seta e i mercanti e commercianti poco onesti fino all’arrivo delle autorità; la sala del CONSOLATO DEL MARE (era un’istituzione giuridico-mercantile medioevale, simile all’attuale tribunale mercantile); il “PATIO de los NARANJOS” (il giardino) e come ultimo il SALONE delle COLONNE, la sala dove erano stipulati i contratti.

Mercato della Seta - "Lonja de la seda" - Monumento Patrimonio dell'UmanitàLa facciata principale, dalla parte della “Plaza del Mercado”, si distingue per possedere tre parti decisamente differenti tra di loro. Nel centro la torre, che supera in altezza il resto dell’edificio, alla sua sinistra la facciata della sala del Consolato del Mare e alla destra l’entrata principale all’edificio. Sopra le grandi finestre possiamo notare lo “scudo della città” sostenuto da due angeli e sopra la porta troviamo lo “scudo del Regno di Valencia”.

Queste decorazioni in pietra, caratteristiche dello stile gotico, adornano tutto il monumento, possiamo trovarne svariate, dall’uomo desnudo (simbolo della purezza dell’uomo non influenzato dalla civilizzazione e dal peccato), un drago, una coppia abbracciata, un uomo seduto sopra ad un tavolo, e molte molte altre.

Anche per questo il monumento richiede la nostra più grande attenzione durante la sua visita, per la moltitudine di simboli e decori che possiede.