Fontana del Rio Turia - Valencia

Fontana del Rio Turia

Una delle fontane più conosciute di Valencia è sicuramente la "Fuente del Túria", sia per il significato simbolico che possiede (che pochi conoscono, infatti, erroneamente molti pensano sia la fontana rappresentante Dio Nettuno) sia per essere situata in una delle piazze di maggior affluenza come la "Plaza de la Virgen". Nella piazza troviamo anche altri elementi importanti che caratterizzano Valencia per la sua architettura e storia: la Cattedrale, la Basilica e il palazzo della "Generalidad".

La fontana possiede una vasca con assi disuguali nel cui centro, sopra un piedistallo è collocato in posizione distesa, ma con il torace sollevato, un uomo barbuto che rappresenta il Fiume Turia, le cui acque hanno da sempre sostenuto la vita dei valenciani.

Fontana del Rio Turia
Indirizzo: Plaza de la Virgen - 46001 - Valencia - Comunità Valenciana - Spagna
Info: Una delle fontane più conosciute di Valencia è la "Fuente del Túria", sia per il significato simbolico che possiede sia per essere situata in una delle piazze di maggior affluenza come la "Plaza de la Virgen". Si trova nel distretto chiamato 'Ciutat Vella' e quartiere chiamato 'La Seu'.

"Fuente de Rio Turia" situata nella "Plaza de la Virgen".

Vista con basilica della fontana del Fiume Turia - Plaza Virgen - Valencia

La statua principale sostiene un “corno dell’abbondanza” pieno di frutta che indica i tempi antichi di ricchezza della città e attorno troviamo otto statue di adolescenti nude, tutte con un’anfora in mano, dalla quale esce acqua, che rappresentano le otto “acequias” (acquedotti o canali d’irrigazione) che ricevono l’acqua direttamente dal fiume Turia con la finalità d’irrigare la campagna valenciana.

Per comprendere meglio l'esistenza di queste raffigurazioni si consiglia di leggere l’articolo “Tribunal de las Aguas” che descrive le origini ed il funzionamento del più antico Tribunale d’Europa.

La fontana fu inaugurata nel 1976 e lo scultore di quest’opera è Manuel Silvestre Montesinos conosciuto anche come "Silvestre de Edeta", le otto figure femminili sono in bronzo mentre il resto è di pietra.

Se si osservano le raffigurazioni femmenili presenti nella fontana notiamo che alla base riportano cadauna il nome della “acequia” a cui fanno riferimento, oltre che ad essere tutte completamente differenti nella postura.

Rappresentazione della “Acequias” di Benager e FaitanarRappresentazione della “Acequias” di RovellaRappresentazione della “Acequias” di FavaraRappresentazione della “Acequias” di Quart

Da sinistra verso destra: ”acequias Benager y Faitanar” sostiene un’anfora sopra la spalla sinistra; "acequias Rovella" sostiene l’anfora, appoggiata al suo fianco sinistro, con entrambe le mani; "acequias Favara" ha l’anfora sistemata sopra il piede sinistro; "acequias Quart" sostiene l’anfora con entrambe le mani all’altezza della cintura.

Rappresentazione della “Acequias” di TormosRappresentazione della “Acequias” di RascanyaRappresentazione della “Acequias” di MislataRappresentazione della “Acequias” di Mestalla

Da sinistra verso destra: "acequias Tormos" sostiene un’anfora sopra la spalla destra; "acequias Rascanya" sostiene un’anfora, appoggiata al fianco, con il braccio destro; "acequias Mislata" ha l’anfora tra i piedi; "acequias Mestalla" ha l’anfora sotto il braccio destro, aiutandosi a sostenerla con il braccio sinistro.

Vista dall'alto della fontana del Fiume Turia - Plaza Virgen - ValenciaMolte persone la chiamano erroneamente “Fontana di Nettuno”, credendo che la statua che si trova al centro della vasca raffiguri la divinità greca associata al mare. Perciò attenzione alle nomenclature.