Esempio di Gotico Valenciano

Chiesa Santa Catalina

La chiesa di  Santa Catalina si trova chiusa all'interno di una rete di edifici, nelle vicinanze di Plaza de la Reina, fu costruita nel luogo occupato da una moschea dell'epoca dell'impero musulmano.

Dopo la conquista di Valencia da parte di Re Jaime I (Re Giacomo I) nell'anno 1238, Valencia fu suddivisa territorialmente in una decina di parrocchie le quali furono proprietarie delle moschee e dei cimiteri musulmani presenti nelle proprie zona.
Le demarcazioni, tra cui quella di Santa Catalina, erano sia uno strumento di organizzazione e controllo ecclesiastico,  sia uno strumento amministrativo e politico per il governo della città. Infatti quello che era il municipio del tempo era formato da rappresentanti eletti nelle differenti parrocchie di Valencia.

contrafforti santa catalinaÈ possibile datare l'inizio della realizzazione della chiesa attorno al 1245 e la data di fine lavoro attorno all'anno 1370.
Lo stile architettonico è principalmente il gotico mediterraneo e al suo interno si presenta con un'unica navata e contrafforti laterali tra i quali sono state realizzate differenti cappelle.
Una peculiarità di questo edificio religioso è la similitudine con la Cattedrale, entrambe possiedono un deambulatorio (=spazio lasciato libero tra il coro e l'abside) dietro l'altare. Non esistono a Valencia altre chiese in stile gotico con questa caratteristica.

Possiede tre porte, la principale è quella che si trova in Plaza Lope de la Vega e le due laterali una che si affaccia in Calle Tapineria e la terza nelle vicinanze del campanile in Plaza Santa Catalina.

A metà del XVII secolo un incendio distrusse completamente varie zone della chiesa e solo tra il 1740 e il 1785 ci furono dei lavori di riabilitazione della struttura, arricchendo la stessa con decorazioni tipiche in stile Barocco. Purtroppo un ulteriore incendio durante la guerra civile spagnola, portò quasi alla decisione di demolire l'edificio, ma tra il 1945 e il 1968 la struttura della chiesa fu consolidata e gli fu restituita il suo originario aspetto, quello in stile gotico.

campanile santa catalinaIl campanile della chiesa fu costruito tra 1688 e il 1705 da parte di Juan Bautista Viñes e rappresenta il meglio del barocco valenciano. Diviso in quattro piani con pianta esagonale, il campanile è ben visibile percorrendo Calle de la Paz ed è visitabile al suo interno grazie ad una scala a chiocciola che ci porta quasi nel punto più alto.

L'altezza della torre è di 56 metri e termina con una sfera che rappresenta la terra e un indicatore del vento con i simboli di Santa Catalina.

Nel 1729 furono forgiate le campane presso una fonderia londinese e nel Novembre dello stesso anno ci fu la prima scampanata. L'orologio installato nel 1917  nel lato orientale fu tolto durante un restauro nel 2012 perché considerato troppo moderno rispetto lo stile artistico del campanile.

Plaza Santa Catalina, S/N
Tel. 963 917 713
Orario visite: Dal Lunedì alla Domenica, dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 17.30 alle 19.30