Spazi verdi valenciani

Parchi e giardini

La città di Valencia offre moltissimi spazi verdi ai propri cittadini e anche i turisti possono meravigliarsi con gran parte di essi. Come non gradire i giardini del Turia creati nel vecchio letto del fiume, dopo che lo stesso è straripato nel 1957.  Come non ammirare la storia e l'importanza del parco naturale, conosciuto come Albufera, culla della paella. Dei giardini reali, perché già dall'epoca dei re musulmani avevano funzione di piacere e passatempo e con Filippo II di Spagna trasformati in vivai, perché il Re richiedeva frutteti e piante ornamentali per il suo Palazzo di Aranjuez (vicino Madrid).

labirinto giardini palazzo reale valenciaIl Bioparc, considerato uno dei migliori parchi zoologici d'Europa. Il giardino botanico e l'adiacente Giardino delle Esperidi sono veri luoghi di relax e portatori di conoscenza e storia. Poco conosciuti ai più, i giardini di Monforte che sono il risultato della passione di un ricco signore valenciano che, nel 1949, ha investito considerevoli somme per la piantagione e decorazione dei giardini. Il parco di Ayora che si divide in una parte storica con tanto di palazzina signorile e una moderna caratterizzata dalla fermata metropolitana che porta lo stesso nome. Uno spazio aperto, considerato parco, è quello del Gulliver nelle vicinanze della Città delle Arti e delle Scienze.