Musei

La città di Valencia propone differenti soluzioni per poter meglio conoscerla. Strutture pubbliche e private ospitano musei che raccontano i differenti aspetti culturali che la capitale della comunità valenciana possiede e offre. Dalla storia e archeologia all'arte moderna, dall'architettura  alle tradizioni e feste che hanno accompagnato la città durante il corso dei secoli.

Arte

museo belle arti valenciaValencia propone svariate possibilità per esposizioni d'arte temporali e permanenti, che spaziano dalla pittura alla fotografia, dalla scultura alla cinematografia.  
Uno dei referenti culturali più importanti della Comunità Valenciana in quanto a pittura storica è il Museo delle Belle Arti. L’istituto valenciano, che possiede come fine la ricerca e la diffusione dell’arte moderna è conosciuto come IVAM e il museo valenciano delle illustrazioni e della modernità come MUVIM.
Il museo del patriarca ospita dipinti appartenenti, per la maggior parte, del secolo XVI e XVII. e moltissimi dipinti realizzati da artisti valenciani li possiamo trovare presso il museo della città nel Palazzo Marqués de Campo.
Molti monumenti ed edifici storici hanno acquisito nel tempo moderno funzione di sala per esposizioni artistiche di differente genere, ad esempio il Almudín, il centro culturale di Bankia, il palazzo dell'orologio presso il porto di Valencia e l'antico convento sede del centro culturale del Carmen

Archeologia e storia

museo archeologicoI musei storici e archeologici che troviamo a Valencia ci raccontano la fondazione della città e le differenti fasi storiche che la stessa ha vissuto nel corso dei secoli. Comincia il museo archeologico che troviamo in Plaza de la Almoina che ci descrive l'evoluzione della città fino a i giorni della conquista da parte di Re Giacomo I nel 1238.   
Il museo di storia di Valencia e quello municipale continuano raccontandoci fatti ed episodi chiave della storia valenciana. La Galleria di Tossal ci da la possibilità di ammirare una torre e parte della muraglia islamica del XII secolo.
Parlando di persone e figure vicine alla Chiesa possiamo visitare la cripta archeologica della carcere di San Vincenzo Martire o il museo Mariano dedicato alla patrona dei valenciani, la "Virgen de los Desamparados".
La sede dell'archivio storico municipale la troviamo all'interno del palazzo "de Cervellò" del XVIII secolo.  Il museo di storia militare ci ricorda le battaglie dell'esercito in nome della patria e ci s'insegna l'evoluzione delle divise e delle armi nel corso   degli anni. Invece, mantiene testimonianza del periodo che va dal paleolitico al periodo dei visigoti il museo di preistoria ed etimologia che è ospitato nel centro culturale "la Beneficencia".

Storia e cultura

Il museo taurino ci racconta l'arte taurina spagnola/valenciana in tutte le sue sfaccettature, dall'abbigliamento alle tecniche utilizzate nelle diverse tipologie di corride.
A ricordare le opere e la storia di artisti cari a Valencia, troviamo differenti case-museo, quella dello scrittore Blasco Ibañez, della famiglia dei Benlliure composta da pittori e scultori e della cantante e attrice Concha Piquer. Un altra casa-museo di rilievo religioso è quella di San Vincenzo Ferrer, patrono dei valenciani.

Scienza

Tra i musei didattici che offrono esperienze interattive nel campo delle scienze, troviamo il museo delle scienze naturali e il museo Principe Felipe della Città delle Arti e delle Scenze.

Feste e tradizioni

sala ninot museo falleroPer ricordare alcuni eventi e festività a cui Valencia è molto unita possiamo visitare il museo Fallero e il museo degli artisti falleros, che ci raccontano la storia e le peculiarità della festa conosciuta come Las Fallas, d'interesse turistico internazionale.
L'organizzazione ed il passato della settimana Santa Marinaia, viene documentata presso la casa-museo che troviamo nei quartieri marittimi di Valencia.
La festa del Corpus e le sue tradizioni che vengono trasmesse nei secoli sono raccontate nella "casa de la rocas".

Vari

Per conoscere il processo del trattamento del riso e di come si lavorava tempo addietro, in uno dei quartieri marittimi troviamo il museo del riso, il "museo del arroz".
All'interno del prezioso palazzo "Marqués de Dos Aguas" possiamo visitare il Museo nazionale della ceramica e per gli appassionati dei soldatini di piombo, il museo lo troviamo in Calle Caballeros. Leggermente fuori il centro di Valencia il museo municipale del treno ci racconta la storia ed evoluzione delle ferrovie valenciane.