Mezzi di trasporto interessanti, rapidi e anche salutari.

Bus turistico, taxi, bicicletta e scooter in affitto

Oltre alle classiche alternative pubbliche per muoversi per Valencia (autobus e metropolitana), ci sono soluzioni forse più interessanti, rapide e "salutari" soprattutto per chi si trova a Valencia per turismo, quindi parliamo di una permanenza di pochi giorni.

- La prima alternativa proposta è il Bus turistico.
E' il classico autobus rosso a due piani che si vede girare per molte città italiane ed europee. Qui a Valencia ci sono due possibili itinerari, anche se in realtà questo tipo di "visita" è sconsigliata per chi davvero vuole conoscere la città a fondo. E' una soluzione ottima invece per chi è solo di passaggio e non ha 4-5 giorni a disposizione, che permette di  farsi un'idea sull'architettura, l'urbanistica e l'estensione della città con un rapido susseguirsi di monumenti e luoghi di rilievo.

Mezzi di trasporto interessanti, rapidi e anche salutari.

Mappa bus turistico per AlbuferaC'è poi una terza linea del bus turistico che dalla "Plaza de la Reina" raggiunge il "Parque natural de l'Albufera", situato a pochi km a sud di Valencia. E' consigliabile per chi ha un giorno in più di vacanze, da passare in relax magari dopo un'ottima paella (qui ancora si trovano ottimi ristoranti a prezzi ragionevoli).

Per avere informazioni dettagliate sui percorsi, sulle tariffe e sugli orari di tutte le linee del bus turistico segui il collegamento.

 - C'è poi la possibilità di prendere in affitto scooter e moto in varie agenzie a Valencia. E' una soluzione più dispendiosa, ma che sicuramente da più libertà di movimento e più indipendenza dagli stretti orari degli autobus o della metro. Senza dubbio d'estate è ideale, considerando tra l'altro che la viabilità di Valencia è ben studiata e permette, soprattutto in scooter, di non perdere molto tempo negli spostamenti.

Bicicletta - Mezzi alternativi per spostarsi a Valencia- Per chi vuole godersi davvero Valencia, il consiglio è affittare una bicicletta, per almeno tre buoni motivi: la presenza di numerosi km di pista ciclabile, l'estensione ridotta della città e il clima che quasi sempre favorisce attività all'aperto. Non dimentichiamo poi l'esercizio fisico e il rispetto dell'ambiente che sono due vantaggi non indifferenti.

Per affittare le biciclette abbiamo due grandi possibilità: un sistema ideato e gestito per conto del Comune di Valencia, chiamato VALENBISI (leggi l'articolo seguendo il link per saperne di più), oppure agenzie private, che affittano biciclette,sparse per tutta Valencia, aperte anche fino a tardi e con prezzi abbordabili. Quasi tutte offrono anche la possibilità di prenotare itinerari guidati per Valencia in bicicletta o in segway. Ci permettiamo di segnalare un'azienda giovane e dinamica per quanto riguarda l'affitto delle biciclette e organizzazione di tour in biciclettta a Valencia: l'azienda si chiama -Passion Bike- e si trova nel centro storico di Valencia

Taxi - Mezzi alternativi per spostarsi a Valencia- Ovviamente ci sono anche i taxi, e tanti, di colore bianco. Sono abbastanza economici, soprattutto se si è in 3 o 4 persone a dividere il viaggio. Le tariffe sono abbastanza economiche. Dopo le 22.00 la tariffa minima (cioè il minimo che si paga solo per salire sul taxi) è 6€, ciò significa ad esempio che anche se alla fine del tragitto l'importo è di 4,50€, comunque si dovranno pagare 6€. Per avere un'idea diciamo che dal centro di Valencia alla spiaggia della Malvarosa o al porto può costare intorno agli 8-9€. Durante il giorno invece la tariffa minima è di 3,80€. Le compagnie di taxi con più copertura sono RadioTaxi (Telefono 963 135 831‎) e TeleTaxi (Telefono 963 571 313), anche se è molto semplice trovare un taxi, sia fermandolo per strada, sia presso le fermate presenti in tutta la città di Valencia.